Summer Jamboree, fiero di essere senigalliese

Il Summer Jamboree sta facendo parlare tutta l’Italia di Senigallia e il merito va soltanto agli organizzatori, che tanto hanno lavorato in questi anni, e alla loro anima sui media, Alessandro Piccinini. Veramente bravi. Leggi uno degli ultimi comunicati, dove ben si evince la straordinaria rassegna stampa che sta avendo l’evento, ancora in corso.

Libero Api sta pubblicando un sacco di foto, tutte da vedere.


In prima serata sul Tg1 lanciato da Vincenzo Mollica. Apertura sul Corriere della Sera. L’evento più importante dell’estate per “Max”. Appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del rock primigenio secondo “Rolling Stone”. Mitico per “L’Unità”. Tutti parlano del “Summer Jamboree” 2007, tutti vogliono partecipare al “Summer Jamboree”. Oltre 80 accreditati dalle maggiori testate giornalistiche (carta stampata e online), Tv, radio e agenzie nazionali e internazionali.

Ne parlano tutti. Dai primi di agosto, il nome del “Summer Jamboree” rimbalza non solo tra i fan, ma su tutte le più importanti testate nazionali, dai quotidiani alle riviste, dalla cronaca al costume. Senza contare tutto il movimento virtuale su siti e blog, forum, fanzine telematiche e newsletter che da mesi corre parallelo alla carta stampata e agli altrettanto numerosi servizi radiofonici. Un tam tam da urlo per un Festival nato come una sfida dalla passione di pochi amici nel 2000 e cresciuto anche grazie al costante seguito da parte della stampa regionale, fino a conquistarsi esclusive di artisti internazionali come Jerry Lee Lewis e Dita Von Teese. Sono loro i nomi che hanno sicuramente fatto da ariete per questa 8° memorabile edizione dal 18 al 26 agosto 2007 a Senigallia (Marche – AN).

Due esclusive sostenute però anche da un notevole programma di 9 giorni a cura dell’associazione Summer Jamboree (Angelo Di Liberto – direttore artistico, Andrea Celidoni, responsabile organizzativo e Alessandro Piccinini responsabile dell’ufficio stampa e relazioni esterne) e dal lavoro certosino e accurato di relazioni e ufficio stampa a livello nazionale e internazionale. Lavoro capillare condotto con serietà, impegno, ma anche sguardo aperto e garbo, senza cui sarebbe stato difficile ottenere il placet a una conferenza stampa esclusiva come quella di Dita Von Teese alla Rotonda a Mare di Senigallia, alla vigilia del suo primo show burlesque pubblico in Italia. Incontro a cui la diva ha acconsentito e a cui parteciperanno le maggiori testate giornalistiche di carta stampata e news online, Tv, radio, oltre che inviati di agenzie fotografiche internazionali. Oltre 80 gli accreditati al Festival 2007, con una rassegna stampa in continua crescita. Tra quelli che hanno lanciato l’evento e quelli che parteciperanno nei prossimi giorni Rai Uno, LA7, Tg5, Studio Aperto e altre Tv nazionali, Sky News, Repubblica.it, Corriere della Sera, Io Donna, Oggi, riviste specializzate come Rolling Stones e Dynamite!, poi Cosmopolitan, Il Gazzettino del Nord Est, ZUMApress di Los Angeles, Montecarlo Style, GQ, QN quotidiano nazionale, Kika Press & Media, agenzia foto P a t i n a t e S t a r, La Gazzetta di Caserta, Radio 105, Rock Tv, Il Messaggero, L’ Indipendente, Il Manifesto, La Stampa, Agenzia AGF, Kiss Me!, Glamour e moltissimi altri che hanno dato spazio al “Summer Jamboree” anche nei giorni prima dell’inizio del festival. All’annuncio della sexy nuova pin up Dita Von Teese a primavera, l’informatissimo onnipresente Dagospia ha drizzato le orecchie, mentre Vincenzo Mollica la intervistava a Cannes per poi lanciare il “Summer Jamboree” in prima serata al TG1 delle 20 andato in onda martedì 21 agosto. Intervista a tutta pagina anche sul “Corriere della sera” del 22 agosto, per annunciare la prima volta in Italia di Dita Von Teese: . Nello stesso giorno, 22 agosto, “Il Giornale” puntava invece sul che ora vive in un ranch con la figlia e 9 cani. Una pagina intera per l’intervista al . La rivista “Max” ha decretato il “Summer Jamboree” , segnalandolo anche in apertura sulla pagina online. esordiva il servizio. La bussola di “Max” puntava verso Senigallia per il “Summer Jamboree”, uno dei soli due eventi scelti, anche perché coraggiosamente . Tanto che tra gli accreditati che seguono questa edizione, c’è anche un fotografo della ZUMApress di Los Angeles, agenzia fotografica a cui si rivolgono testate importanti di tutto il mondo tra cui il Times. Appuntamento per “Rolling Stone”. Un per “Liberazione”. per “L’Unità” che ha riservato diverse uscite al Festival, segnalando e uscendo a tutta pagina per l’apertura ufficiale del Festival, con le interviste ai due artisti in esclusiva. Un veicolo notevole di promozione anche territoriale: . Il rock and roll e il “Summer Jamboree” mettono d’accordo anche testate di orientamento diverso e insieme con “L’Unità” è uscito anche “Il Giornale” sottolineando la provenienza internazionale dei fan: . Così come ha fatto Il Messaggero con una pagina titolata , tra racconti di ciò che accade al “Summer Jamboree” e foto di fan e auto d’epoca sulla spiaggia a Senigallia. Ha sicuramente fatto scalpore e si è fatta leggere tutta d’un fiato l’intervista alla diva burlesque Dita Von Teese realizzata dal settimanale “Panorama” che ha battuto tutti sul tempo. Prevedibile e ugualmente travolgente l’attenzione riservata all’altro artista in esclusiva al “Summer Jamboree”, l’atteso leggendario Jerry Lee Lewis. Gli ha riservato l’apertura in concomitanza con la giornata di anteprima del Festival il “Venerdì di Repubblica”. Accanto alla foto del Big Hawaiian Party, (la grandiosa festa hawaiiana in spiaggia che caratterizza ogni anno il Festival), il magazine titolava , proseguendo con . Online dalla giornata di anteprima del Festival il servizio di repubblica.it sul < “Summer Jamboree, la festa del rock and roll> che sottolinea la straordinaria atmosfera da salto temporale che si respira a Senigallia. Ne hanno parlato dj Ringo su Radio 105, Rosaria Renna su RDS, Dario Salvatori (già arrivato a Senigallia e fedelissimo del festival) su Radio Rai Uno, Radio DJ con un’intervista al direttore artistico Angelo Di Liberto. Hanno voluto dare spazio al “Summer Jamboree” anche testate apparentemente meno interessate al Festival del rock and roll a Senigallia come “Bell’Italia”, “TopGirl”, “Intimità”, “VS” e edizioni locali di quotidiani come “La Repubblica” (edizione di Bologna), “L’Arena” di Verona, “Il Mattino” di Padova. Costante negli anni il seguito delle edizioni locali marchigiane giornali, radio, Tv e magazine online da Il Resto del Carlino, a Corriere Adriatico, il Messaggero, Tg3 Marche, Tv Centro Marche, Ansa, Agi, Adnkronos, Radio Arancia, Viveresenigallia.it, 60019.it, Gomarche.it, Ilquotidiano.it, e moltissimi altri tra radio e periodici che sarebbe impossibile citare tutti ma a tutti quanti va la gratitudine da parte dell’organizzazione del festival. Il “Summer Jamboree – Festival di musica e cultura dell’America degli anni ’40 e ’50” è ideato dall’Associazione Summer Jamboree (diretta da Angelo Di Liberto, Andrea Celidoni, Alessandro Piccinini) e promosso dal Comune di Senigallia.

3 risposte a “Summer Jamboree, fiero di essere senigalliese”

  1. Ciao Luca, mi presento sono Max da Torino (per capirci, amico di Axell e Suzuki), sono felice di leggere questo bellissimo post sul Summer Jamboree e scoprire che sei Senigalliese. Io me ne sono innamorato quest’anno al seguito della mia ragazza marchigiana, folle per gli anni ’50.
    Abbiamo fatto qualche reportage indipendente, fieri del 2.0 e seguaci della NetTV tessaroliana, tempo permettendo stiamo pubblicando foto, articoli e video sul SJ, qui le varie fonti:
    http://www.maxschiro.com
    http://lapulcevintage.style.it ma presto anche su
    http://www.vintageblog.net

    A presto! Max

I commenti sono chiusi.