Luca Conti a nudo

Credo nessuno mi abbia fatto una intervista così intima come quella di Robin Good. Nella seconda parte abbiamo toccati argomenti personali, legati alla sfera pubblica, mai discussi in precedenza.

Grazie per l’opportunità.

L’intervista è fruibile in video o come trascrizione del testo.


Rileggendomi mi colpiscono in particolare alcuni passaggi quali:

Il passo successivo è alzarsi la mattina e non pensare di essere a Roma, Seattle o Parigi ma accendere il computer, lavorare e quando finito dire “Oggi sono a Parigi, perché non andiamo a fare un giro alla Torre Eiffel?”.

Quindi il fatto che la comunicazione non sempre sia positiva e chiara, nonostante tutta la volontà di chi comunica e di chi ascolta, mi rattrista e mi frustra qualche volta.

2 risposte a “Luca Conti a nudo”

  1. Ciao Luca, ho letto l’intervista. Molto interessante, non c’è che dire! Ti racconti molto bene, anche se devo dire che ti seguo meglio per iscritto, con il video mi perdo :-S.
    Io avrei altre (molte) domande da fare. Mi sa che penserò ad un’intervista, ma molto più slow.

    A fine agosto ci sarà un bel festival letterario a Vicenza, dedicato alle forme brevi, blog compresi. Ci sarà perfino uno scrittore finlandese che ha scritto un intero romanzo via sms… Ovviamente c’è anche l’incontro con dei blogger. Ti farò sapere al più presto, se non sei troppo lontano potresti fare un salto. Intanto buon tutto!

I commenti sono chiusi.