Diario minimo /12 – Camminare, camminare, camminare!

Da un po’ di tempo, lo sai, sono diventato più sensibile alla salute e a come star bene, a partire dal movimento e dall’alimentazione. Più leggo, più intercetto articoli, più mi convinco di essere sulla strada giusta. Negli USA la scorsa settimana mi sono imbattuto casualmente in un articolo dal titolo “sitting is the new smoking“, ovvero star seduti è il nuovo fumare.

In pratica nell’articolo si citano studi che affermano come le ore passate a star seduti portano un aggravamento del rischio di varie malattie e questo rischio non si annulla semplicemente con un po’ di attività fisica compensativa: dobbiamo stare meno tempo seduti per star bene!

Può sembrar difficile ma non lo è poi più di tanto. Da quando ho il contapassi e mi son convinto a cercare di essere più attivo, ho cambiato diversi comportamenti, diventati ormai abitudine o quasi, cercando di camminare ogni volta che ne ho la possibilità. Esempi? In attesa di un treno sul binario, cammino. In attesa dell’imbarco all’aeroporto, cammino. Ieri mi son messo a camminare, ogni tanto, anche all’interno della carrozza semivuota dove viaggiavo di ritorno da Milano (!) in treno.

Altra abitudine è una camminata a passo spedito dopo pranzo, nonostante il freddo, con un audiolibro nelle orecchie, che mi invoglia a scendere e camminare perché so che potrò andare avanti nella lettura del libro.

Altro piccolo consiglio per chi lavora alla scrivania è alzarsi per 5 minuti ogni 25 minuti, farsi un giro, bere un bicchier d’acqua, esercitare la vista su una distanza diversa dal monitor, fare due passi. Per tenere il tempo la tecnica del Pomodoro è l’ideale e se hai uno smartphone ci sono diverse applicazioni gratuite utili allo scopo. Serve per concentrarsi senza distrazioni e i 5 minuti di pausa sono l’ideale per alzarsi e fare altro.

Con questi piccoli stratagemmi ho migliorato il numero di passi giornalieri (nell’ultima settimana, complice anche i giri negli USA, ho sfondato la quota di 86.000 passi in 7 giorni e 23.000 in un giorno, misurati con FitBit), ho ridotto le ore seduto alla scrivania o altrove e devo dire che mi sento bene.