Vai al contenuto

L’invenzione dell’anno? Cybook Gen3

Scritto da:

Luca Conti

Cybook

lo so, non è rivoluzionario quanto l’iPhone – come concordano Luca Mascaro e Time magazine – ma per me un prodotto di largo consumo come il Cybook Gen3, non troppo costoso, capace di far risparmiare carta e innovare è comunque un prodotto che merita.

Merita a tal punto che sto meditando seriamente l’acquisto. iLiad mi ha frenato, dopo averlo provato, perché seppur più performante – consente di prendere appunti, note sui libri e altro – l’ho reputato al di là dell’utilizzo che ne avrei potuto fare e quindi non sfruttato a dover per 630 euro che costa.

Cybook Gen3 è un lettore di e-book di ultima generazione, leggero, con uno schermo sufficientemente grande, ad alta leggibilità con tecnologia E Ink e tutto sommato ammortizzabile in non troppo tempo per 339 euro che costa. Potrebbe diventare il mio regalo di Natale e poi non bisogna necessariamente attendere Natale, seppur sia così richieste che le consegne partono a dicembre 🙂

Articolo precedente

Il mio cocktail party su Yahoo! Answers

Articolo successivo

Le telefonate impossibili di Telecom Italia

Partecipa alla discussione

  1. sono felice di vedere che finalmente qualcosa si muove sui lettori di EBook.

    Penso che aspetterò ancora qualche mese: appunto l’iLiad era 630€ mentre il Gen3 sta a 339€ chi sa mai che ne esca uno da 150€ a breve.
    Penso comunque che entro il 2008 prenderò anche io uno di questi dispositivi: la carta pesa, soprattutto quando hai una biblioteca di manuali che vorresti portare sempre con te.

  2. è una vita che sto cercando un e-book reader veramente funzionale!
    forse ci siamo (quasi) soprattutto se potrà essere autonomo dalla corrente elettrica (o batterie), l’ideale sarebbe che si ricaricasse con cellule fotovoltaiche, poi leggibile alla piena luce del sole, poi leggero come un pocket….
    chiedo troppo?

  3. @Hytok: Già adesso i palmari o addirittura la PSP può farlo. La differenza sta nello schermo. Il cybook usa uno schermo di tipo e-ink, che è più vicino alla carta come sensazione di lettura e viene consumata energia solo quando si fa il refresh dello schermo.

    Penso sia questo il motivo del costo molto elevato! Altrimenti basterebbe prendersi un’economico palmare..

  4. @likso: Tutto verissimo ma… quanti palamari conosci con lo schermo da almeno 6″? e che costino meno di 400 euro?
    sotto quela diagonale non capisco come sia possibile leggere un testo, e-ink o meno.

Commenti disabilitati.