Vai al contenuto

Il fondo della lista delle cose da fare riprende vita

Scritto da:

Luca Conti

In questo ottobre dedicato al recupero degli arretrati e alla ricerca di un nuovo equilibro psicofisico, qualche cosa di buono l’ho fatta già. Piccoli traguardi che aiutano a vivere meglio. Tra questi:

  • Ritrovata la chiave della cassetta della posta, incredibile ma vero!;
  • Destinati in beneficenza 4 pantaloni che non utilizzo, insieme a una vecchia giacca, all’insegna del decluttering! Prossimo passo l’acquisto di qualcosa di necessario (camicia bianca e giacca blu navy);
  • Spazio e ordine nel disco del mio computer e in 3 dischi esterni: meno file duplicati o inutili (foto e documenti vari) e maggiore sicurezza e gestione di altri file media (video in testa);
  • Ordine nella biblioteca casalinga cartacea, con numerosi titoli donati e altri da donare;
  • Ordine e pulizia nella collezione di e-book, con il “macero” di 5000 titoli; ora siamo a circa 6800;
  • Installato scanner portatile per prossima digitalizzazione di carte varie;
  • Sistemato iPad 2 per donazione a mia madre;
  • Acquistato smartphone Android per mio fratello;
  • Messi in vendita Kobo Glo e Kobo Aura per nuovi lettori digitali;
  • Buttati opuscoli, libercoli e carte inutili di vario genere.
  • Cominciato il Bullet Journal, tracciando anche abitudini da mantenere su base giornaliera (esercizio fisico, yoga, blogging, mangiare vegetariano, ecc.): quando cominci, fai più fatica a smettere e interrompere la serie positiva;

C’è ancora tanto da fare per potermi considerare completamente soddisfatto, ma siamo solo all’inizio.

Articolo precedente

La vita è troppo breve per leggere libri inutili

Articolo successivo

Ello, il social network che non ti sfrutta

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.