Vai al contenuto

Archivio:

Febbraio 2016

La musica con la quale lavoro: House of Cards 3 OST

Se non viaggio, lavoro da casa e può tranquillamente capitare, se non ho altri impegni, che non esca per una giornata intera. Quando lo racconto, spesso mi chiedono come faccia, perché non lavori in un coworking o perché non vada in biblioteca. La risposta è semplice: ho totale libertà, che il più delle volte riesco a controllare, a cui aggiungo silenzi alternati a musica strumentale che tengo in sottofondo. Mi intrattiene, mi aiuta a concentrarmi e mi rilassa, tutto insieme.

Può succedere che ci siano però alcuni brani che mi fanno impazzire e che mi impongano una pausa, anche se di qualche minuto, come il brano tratto dalla colonna sonora della terza stagione di House of Cards, opera del grande Jeff Beal. Non è fantastico?… Continua a leggere

Non ho tempo è la peggiore scusa del mondo

Sarà capitato anche a te di esclamare almeno una volta “quanto mi piacerebbe, ma non ho tempo”. Non c’è peggior scusa di questa per motivare una non azione, soprattutto perchéè una bugia che diciamo a noi stessi. Se ci crediamo o no, lascio a te ripondere. Non posso essere più d’accordo con quanto afferma, tra le righe del suo The productivity project, Chris Bailey:

don’t have time for that” is the biggest excuse out there. When someone says they “don’t have time” for something, what they’re really saying is that a task isn’t as important or attractive as whatever else they have on their plate. Every person gets twenty-four hours of time every day and gets to spend those twenty-four hours however he or she chooses. 

Il libro di Chris è il frutto delle esperienze raccontate nel suo blog, che ti raccomando vivamente.

A life of productivityContinua a leggere

Una mappa con tante bandierine

Scoperta per caso in una libreria ad Ancona, mi sono innamorato di PinWorld, una mappa da appendere al muro su cui inserire puntine sulle città che hai visitato. La mappa include le città con oltre 1 milione di abitanti, capitali incluse. Di ritorno dal Sud Est Asia ho comprato qualche puntina in più e questo è il risultato.

europa.jpg

L’Europa è il continente più affollato, visto che ho visitato tutti i paesi, eccetto Islanda, Russia e Bielorussia.… Continua a leggere

Programmare un viaggio è già sentirsi in vacanza

Letto in più di un libro, posso affermare per esperienza personale che è vero: l’anticipazione del piacere di un viaggio o di una vacanza, genera di per se un piacere nel momento in cui li si programma. Se la fase di organizzazione è già un piacere, organizzare anche solo un weekend fuori ogni tanto, contribuisce a renderci più felici.

Per altre ragioni sono dell’idea che più un viaggio è lungo, più consente di assaporare veramente la vita vissuta in un contesto diverso dal nostro solito, facendoci dimenticare le preoccupazioni del quotidiano, generando un salutare vero distacco dal tran tran quotidiano.

Come conciliare le due esigenze? Semplice! Lunga o corta che sia la vacanza, prima cominci a pianificarla e meglio è, non importa quanto avanti nel futuro. In ogni momento di difficoltà imposto dalla routine quotidiana, pensare al viaggio ti farà già sentire meglio. Non lo dico io, lo dice la … Continua a leggere