Vai al contenuto

L’anno dei libri non letti

Scritto da:

Luca Conti

 

 


Quest’anno ho letto pochi libri: 40. Rispetto al tasso di lettura dell’italiano medio sono un lettore vorace. Rispetto ai miei standard di lettura degli ultimi anni, mi sono disaffezionato ai libri. Tenere traccia dei libri letti su Goodreads permette di godere di queste statistiche.

Questi sono i libri letti negli ultimi 6 anni:

libri letti

Queste sono le pagine in totale:

pagine lette

Un deciso calo. Come mai?

Più scrivi, meno leggi

libro

Puà sembrare paradossale, ma ogni volta che scrivo un libro, finisco per leggere meno. Certo, per scrivere leggo tanto per documentarmi, ma nella maggior parte dei casi si tratta di materiali online e non libri. Nelle settimane in cui scrivo, mi concentro al 100% sulla scrittura e finisco per non avere voglia di dedicare il poco tempo libero a leggere. Quest’anno ho pubblicato 4 libri e, aggravante, ho avuto 56 ore di lezione da preparare (=19 presentazioni PowerPoint) per il corso in web marketing a Milano-Bicocca. Due mesi e mezzo in cui non ho fatto quasi altro.

Film e serie tv

Il tempo libero è stato in larga parte risucchiato dal cinema e dalla televisione di qualità. Quest’anno ho veramente esagerato. Sono andato al cinema più di 100 volte e ho visto un totale di 249 film nel 2016 e non è ancora finito! Non vado mai a letto leggendo un libro, perchémi addormento quasi subito. In treno ho cominciato a smaltire la mia coda di visione di film, a danno dei libri. La ricerca di materiali per i libri ha prodotto tanti articoli da leggere, sullo smartphone spesso in viaggio.

La passione non èvenuta meno

Da grandissimo lettore ho subito l’attrazione delle immagini in movimento e l’effetto è stata una riduzione dei libri letti, seppur la mia collezione di libri digitali sia comunque aumentata. Di fronte a un accumulo quasi da accumulatore seriale, negli ultimi giorni ho dato una seria limata. Morale della favola ho aggiunto comunque più di 300 titoli nel 2016, a fronte di un totale di 1900 titoli totali.

Il 2017 non inizierà nel segno della lettura, perchého in scadenza la consegna di un nuovo libro e perchénon èvenuta meno la voglia di cinema. La parola d’ordine, oggi più che mai, diventa selezione. Selezione solo del meglio.

Buona lettura

Il 2016 nelle mie letture, se avessi bisogno di un consiglio.

Articolo precedente

Salute, tecnologia e digitale: il viaggio continua

Articolo successivo

Per il 2017, dall'obiettivo al sistema