Vai al contenuto

Archivio:

Maggio 2020

Internet primo canale in Italia per la vendita di libri: 47% del mercato

Un altro effetto del COVID-19 è l‘impennata di vendita di libri online e di e-book. Secondo una ricerca Nielses diffusa AIE:

Nelle prime 16 settimane dell’anno, dagli store online sono passate il 47% delle vendite di libri di varia (fiction e non fiction), contro il 26,7% dell’anno precedente. Stabile la Gdo al 7,3%, le librerie calano dal 66,2% al 45% Dal 9 marzo al 12 aprile, cioè le settimane di chiusura, le librerie hanno perso l’85% delle vendite.

Comunicato stampa AIE

La riapertura delle librerie e la libertà di movimento permetteranno alle librerie di recuperare quote di mercato. Sarà perà interessante vedere se chi ha letto per la prima volta un e-book o ha comprato per la prima volta online cambierà abitudine e ridurrà la frequenza delle visite e degli acquisti nelle librerie fisiche.
Non ci resta che attendere la fine dell’anno per tracciare un bilancio, numeri … Continua a leggere

Afridigest, una finestra sulla web economy africana

Un mio personale imperativo morale è la diversificazione delle fonte. Meno notizie da Stati Uniti ed Europa e più riflettori accesi sugli altri continenti. Godere di osservatori su mondi diversi da quelli battuti dai grandi media (dentro ci metto anche tutti i siti tech anglosassoni) è una ricchezza notevole, per me almeno, in termini di contaminazione con esperienze meno note, ma non per questo meno interessanti. L’equivalente di viaggiare per conoscere gente del posto e culture diverse.

Afridigest è una newsletter che ogni settimana fa il punto sul business nel continente africano. L’ho appena scoperta e mi sono subito abbonato. Premia, in termini di serendipity, seguire strade poco battute. Forse non nell’immediato, ma nel medio lungo termine. Leggere quello che leggono tutti ti fa pensare, gioco forza, come gli altri. Alla fine non è un gran vantaggio.

AfridigestContinua a leggere

La truffa degli influencer

Kendall Jenner
Kendall Jenner

Gli investimenti promozionali in influencer o presunti tali, soprattutto su piattaforme visuali come Instagram, continuano a crescere. Peccato che in una larga parte si tratti di becero product placement, non molto diverso da una pagina di giornale in cui un tennista famoso porta al braccio un orologio di lusso. I telespettatori, diventati navigatori nei giardini recintati delle piattaforme social, seguono celebrity vecchie e nuove, spesso inconsapevoli dei giochi che vengono fatti alle loro spalle, complici le aziende che investono in questo tipo di marketing.… Continua a leggere

L’antica arte dello scrivere a sconosciuti e renderli felici

Internet, ce lo diciamo tutti i giorni, è uno strumento fantastico. Ci permette di accedere a una miriade di informazioni (non a tutto lo scibile umano, che non è necessariamente online!) in pochi secondi. Con la stessa velocità ci permette di scambiare messaggi con amici lontani nello spazio migliaia di chilometri e altrettamento velocemente di ricevere una risposta.

Spesso ci dimentichiamo che possiamo comunicare direttamente con artisti, autori, sviluppatori che contribuiscono ad arricchire la nostra vita, non solo online. Nell’ultima settimana sono stato così colpito da un film, da una newsletter e da una canzone, che ho scritto al regista, all’autore e al compositore dei tre contenuti.… Continua a leggere