Vai al contenuto

Internet primo canale in Italia per la vendita di libri: 47% del mercato

Scritto da:

Luca Conti

Un altro effetto del COVID-19 è l‘impennata di vendita di libri online e di e-book. Secondo una ricerca Nielses diffusa AIE:

Nelle prime 16 settimane dell’anno, dagli store online sono passate il 47% delle vendite di libri di varia (fiction e non fiction), contro il 26,7% dell’anno precedente. Stabile la Gdo al 7,3%, le librerie calano dal 66,2% al 45% Dal 9 marzo al 12 aprile, cioè le settimane di chiusura, le librerie hanno perso l’85% delle vendite.

Comunicato stampa AIE

La riapertura delle librerie e la libertà di movimento permetteranno alle librerie di recuperare quote di mercato. Sarà perà interessante vedere se chi ha letto per la prima volta un e-book o ha comprato per la prima volta online cambierà abitudine e ridurrà la frequenza delle visite e degli acquisti nelle librerie fisiche.
Non ci resta che attendere la fine dell’anno per tracciare un bilancio, numeri alla mano.

Articolo precedente

Afridigest, una finestra sulla web economy africana

Articolo successivo

La tragedia dell'industria della carne