Vai al contenuto

Archivio:

Ottobre 2021

-89 Appuntamento con la morte

I’m reminded of an old Iraqi fable I once read in which a merchant in Baghdad sends his servant to the marketplace for provisions. Soon, the servant comes home white and trembling and tells the merchant that in the marketplace he was jostled by a woman, whom he recognized as Death, and she made a threatening gesture. Borrowing the merchant’s horse, the servant flees at top speed to Samarra, where he believes Death will not find him. The merchant then goes to the marketplace and finds Death and asks why she made the threatening gesture. She replies, “That was not a threatening gesture; it was only a start of surprise. I was astonished to see him in Baghdad, for I had an appointment with him tonight in Samarra.”

Joshua Fields Millburn; Ryan Nicodemus, Everything That Remains

Questa storiella ben si addice al sentimento con cui mi sono alzato oggi e … Continua a leggere

-90 Il quotidiano può essere straordinario

“La ratio commerciale, così estranea nella sua semplificazione calcolatrice all’autentica razionalità, si appaga dunque nella dicotomia del quotidiano tra banalità e interesse. Produce essa stessa questo sistema binario tra vita ordinaria e istanti eccezionali che la riscattano: in un primo momento priva sistematicamente il quotidiano di ogni qualità, per poi salvarlo magicamente dal naufragio, sotto la forma illusoria di un dispendio vitale e immaginario di cui valga davvero la pena.”

Bruce Bégout, Luoghi Senza Identità

Non so come ho trovato Luoghi senza identità, libro che spiega tutto quanto ruota intorno al concetto di motel, ma ricordo di averlo trovato ricco di spunti sul capitalismo, sulla società, sull’influenza del mercato e non solo.

Dalla citazione di cui sopra prendo l’insegnamento che ogni giorno può essere speciale. Non bisogna anelare alle prossime vacanze come ancora di salvezza in un vivere quotidiano mediocre e deprimente. Sì, i viaggi e le vacanze sono momenti … Continua a leggere

-91 La casa è ancora in fiamme

Se casa vostra avesse bisogno di riparazioni, anche notevoli, sarebbe coraggioso abbandonarla per una nuova casa? E se la nuova casa fosse di gran lunga meno ospitale e lontana da tutto quello che conoscete? Anziché viaggiare al di là dell’orizzonte, potremmo avventurarci nelle nostre coscienze e colonizzare parti ancora disabitate del nostro paesaggio interiore. Anziché metterci a fantasticare su come trasportare gli animali su altri pianeti con le astronavi, potremmo cominciare subito, adesso, ad allevarne meno sullo straordinario pianeta che già abbiamo.

Jonathan Safran Foer, Possiamo Salvare Il Mondo, Prima Di Cena

Greta torna sulle prime pagine dei giornali italiani, ma il tempo passa e cosa stiamo facendo? Non abbastanza. L’Unione europea, l’area geopolitica più illuminata sul piano dei cambiamenti climatici, promette di azzerare le proprie emissioni entro il 2050. Troppo tardi. Anche le politiche illuminate di alcuni grandi aziende tech contano di arrivare a zero emissioni entro il 2030. … Continua a leggere

[musica] Finja by KIDSØ

Dimmi che musica ascolti e ti dirò chi sei.

Io ascolto questa musica. Onore al merito all’algoritmo di Spotify che mi ha fatto scoprire il duo KIDSØ. Questa musica non la trovi in radio, non la trovi in classifica. Forse potrebbero usarla in uno spot televisivo, ma probabilmente è troppo avanguardia.

Il brano in questione, Finja, è uscito giusto ieri e il video è online da poco più di 24 ore, quindi scommetto che non lo conoscevi prima. Trovo il video altrettanto notevole.

Se ti piace la canzone, ti raccomando anche Hologram, uscito giusto un mese fa. Altrettanto ipnotico (e ripetitivo), forse anche più di Finja.

Continua a leggere

-92 Investire in educazione

E a che mirano l’educazione e l’insegnamento? Sono queste le cose che contano, e se ne trai buon profitto non hai bisogno d’altro. Se invece continuerai ad apprezzare tante altre cose non potrai dirti né libero, né indipendente, né esente da passioni, perché diventerai necessariamente invidioso, geloso e sospettoso verso chi può togliertele, e insidierai chi le possiede. E non c’è dubbio che l’essere privati di un bene è causa di turbamento e di lagnanze contro gli dei, mentre il rispetto e la stima per la propria intelligenza rendono l’uomo soddisfatto di se stesso, in armonia coi suoi simili e con gli dei, pronto ad accettare qualunque sorte essi gli abbiano riservato.

Marco Aurelio, l’Arte Di Conoscere Se Stessi. Pensieri

Dice bene Marco Aurelio. Se investi in educazione e in conoscenza, nessuno te la può togliere, non si rompe, non te la rubano.

silhouette of child sitting behind tree during sunset

Quali investimenti sto facendo per la mia Continua a leggere