Vai al contenuto

-54 Il cambiamento comincia oggi, a volerlo veramente

Scritto da:

Luca Conti

“In base a un recente rapporto della Johns Hopkins University sul ruolo dell’alimentazione nel controllo climatico: «Se il consumo di carne e latticini a livello globale proseguirà secondo l’andamento attuale, è probabile che l’aumento della temperatura media globale supererà i 2 gradi centigradi anche riducendo drasticamente le emissioni nei settori non agricoli».”

Jonathan Safran Foer, Possiamo Salvare Il Mondo, Prima Di Cena

Readwise fa riemergere oggi questa citazione da un libro uscito due anni fa e scritto anche prima. Casca a fagiolo con le tante chiacchiere della COP26. Fiumi di parole sugli impegni da prendere o non prendere al 2030, al 2050 o al 2070. Bello, bellissimo, fantastico, ma è tutto troppo tardi. Cosa pensi valga un impegno di un politico di oggi che certamente non sarà al governo né nel 2030, né nel 2050, né nel 2070? Non è lui che dovrà rendere conto del mancato raggiungimento degli obiettivi. Ci vogliono obiettivi a lungo termine e soprattutto obiettivi a breve termine. La storia insegna.

Al di à di questo, ciò che Safran Foer mi ricorda, ci ricorda, è che il cambiamento è possibile, ma deve cominciare oggi e soprattutto lo si deve volere. Chi è disponibile a cambiare stile di vita, a partire dalla dieta? Chi ci ha pensato e non l’ha già fatto, probabilmente non lo farà domani. Ridurre ed essere flessibili è un primo passo, ma come per i governi, oggi abbiamo bisogno di interventi veloci e netti. Rinviare significa arrivare troppo tardi.

Pensaci ogni volta in cui metti nel carrello cibi che non sono sostenibili. Non lamentarti dei politici che rinviano e non decidono, perché il primo che rinvia sei tu.

Ci vuole la saggezza di Marco Aurelio

“Leggi l’iscrizione sulle lapidi delle tombe: «Ultimo della sua stirpe», e pensa al gran da fare degli antenati per lasciare via via un proprio erede, quando poi fu giocoforza che arrivasse l’ultimo a chiudere la partita. E così, nuovamente, muore una stirpe intera.”

Marco Aurelio, l’Arte Di Conoscere Se Stessi. Pensieri

Quanto tempo dedichiamo a pensieri futili, preoccupazioni futili?

Articolo precedente

-56 La ricerca di novità, croce e delizia

Articolo successivo

-53 Luca Ricci mi ha fatto capitolare

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.