Vai al contenuto

Il primo Gennaio

Scritto da:

Luca Conti

15 anni fa

Questo blog non aveva neanche un anno e mi divertivo a valutare le statistiche d’accesso. A distanza di 15 anni fa delle statistiche non mi preoccupo più. Scrivo essenzialmente per me. Sono comunque consapevole che l’era dei blog è stata soppiantata dalle piattaforme social, dove si concentra il pubblico vero. Amen.

13 anni fa

Mi limitavo a un semplice augurio di pace, linkando un blog che dopo tutto questo tempo è ancora attivo.

Sempre 13 anni fa segnalavo anche un film. Se c’è una cosa che non è cambiata nel tempo è la mia passione per il cinema.

7 anni fa

Mi compiacevo della scelta di far morire il mio primo profilo Facebook, sostituito da un secondo che ora giace disattivato ormai da un paio d’anni. Che sia venuto il momento di cancellarlo, insieme a tutte quelle relazioni che in questo arco di tempo sono rimaste dormienti, o posso lasciarlo in questo stato ancora a tempo indeterminato?

2 anni fa

Un bilancio dell’anno precedente da cui si evince un ricco bagaglio di esperienze accumulato nei 12 mesi precedenti. Esperienze in parte dolorose e in parte utili a crescere. Bell’anno il 2019. Uno dei migliori, in termini di crescita personale.


Questo esercizio introspettivo mi piace già. Cercherò di inserirlo nella routine del mattino, così da avere più probabilità di portarlo avanti. Sono felice di avere avuto l’intuizione di aprire un blog quasi 20 anni fa e di averlo portato avanti tutto questo tempo, anche a ritmi alterni. Ora vado a fare lo stesso esercizio su Pandemia.

Articolo precedente

La calma è il vero atto rivoluzionario

Articolo successivo

Prayers for the stolen

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.