Vai al contenuto

Il piacere degli audiolibri e 4 suggerimenti d’ascolto.

Scritto da:

Luca Conti

Quasi 10 anni fa mi entusiasmavo per Toni Servillo che leggeva Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino. Nel 2011 leggevo 7 audiolibri. L’estate del 2017 ne ho ascoltati almeno una decina, poi un giorno ho smesso. Male!

Da meno di un mese ho ripreso e con che soddisfazione! Da attività svolta facendo altro – pulire casa, riordinare, cucinare, mangiare, camminare, guidare – mi prende a tal punto da non voler smettere quando dovrei tornare a fare altro. Segno di quanto il libro in ascolto sia ben scritto e ben interpretato. Gli ultimi 4, in sequenza:

Ragazzi di vita di Pierpaolo Pasolini

Ragazzi di vita (c) Leonardo Magrelli

Fabrizio Gifuni è bravissimo nell’interpretare tutti i dialoghi in romanesco. Molto, molto divertente, anche se in alcuni aspetti tragico. Pensare che avevo comprato quel libro in allegato a Repubblica oltre 15 anni fa, se non 20. L’anno scorso avevo cominciato a leggerlo, non mi era piaciuto e lo avevo donato. Felice di averlo ripreso e goduto in questo formato.

C’è anche una versione diversa disponibile all’interno di Raiplay Sound, gratis.

Lessico famigliare di Natalia Ginzburg

Lessico famigliare (c) internozero

Un altro classico, vincitore anche del Premio Strega. Margherita Buy lo rende in modo ancor più ilare di quanto probabilmente sia il libro. Il lessico del libro, come da titolo, è variopinto e spesso comico, pur nella sua ripetitività. Leggero, pur trattando di un periodo storico per niente facile, come il periodo tra le due guerre, in Italia, per una famiglia di origine ebrea.

Anche questo è disponibile gratis su Raiplay Sound.

Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani

Il giardino dei Finzi-Contini (c) Andrea Serio

A leggerlo lo avrei forse abbandonato. Nel formato audiolibro sono andato avanti per vedere come andava a finire, non proprio appassionato, ma coinvolto. Leggere dello stesso momento storico di Lessico famigliare, con quest’altro tono, subito dopo, non ha giovato. Comunque gradevole.

Altro classico disponibile gratis su Raiplay Sound.

Il gattopardo di Tomasi di Lampedusa

Il Gattopardo (c) Leonardo Magrelli

Sono a un quarto della lettura e sono già preso. Toni Servillo ci mette del suo per aumentare il valore di questo capolavoro. L’unico dei quattro libro che avevo già letto. Lo ascolto con grande piacere. Lo consiglio anche.


Tutti gli audiolibri in questione sono compresi in abbonamento su Storytel, su Audible o su entrambe le piattaforme. Qualcosa si trova anche su Raiplay Sound, come da link.

Non farti spaventare dalla durata. Ho ascoltato tutti i libri a una velocità 1,5x se non 1,75x, riuscendo a comprendere molto bene. Ci sarà un motivo, ma la lettura 1x è in genere molto molto rallentata.

Con un abbonamento di 10 euro al mese puoi quindi tranquillamente ascoltare 5-10 audiolibri, per un costo per singolo audiolibro prossimo a un solo euro. Esistono anche canali Telegram dove se ne trovano alcuni o gratis su Raiplay Sound. Non hai scuse per aggiungere un po’ di letteratura alla tua quotidianità!

Tu? Hai qualche audiolibro in particolare da suggerirmi? Non che abbia bisogno di raccomandazioni. Tra audiolibri scaricati e altri messi in coda su Raiplay Sound, ne ho quasi un centinaio da ascoltare… abbastanza per tutto l’anno (e oltre)!

Articolo precedente

Quattordici Gennaio

Articolo successivo

Quindici Gennaio

Unisciti alla discussione

  1. Ciao Luca, onestamente non trovo così piacevole gli audiolibri perché mi sembra che tutto mi rimanga molto meno impresso nella memoria; è come se scivolasse via tutto più facilmente. Strano perché invece adoro i podcast! Tuttavia, a fine dicembre, per sbaglio ho rinnovato Storytel e ne sto approfittando per ascoltare qualche libro in ogni caso. Ho finito qualche giorno fa “Il fabbricante di storie. Vita di Giorgio Scerbanenco” scritto dalla figlia Cecilia e “La figlia oscura” di Elena Ferrante: in entrambi i casi non si tratta dei libri della vita, ma sono stati comunque interessanti e piacevoli.
    Buone letture!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.