Vai al contenuto

Aggiornamenti sul progetto Equilibrio digitale

Scritto da:

Luca Conti

Fa bene sia celebrare i successi, sia celebrare i fallimenti o i progetti che non vanno come vorresti andassero. Così è per Equilibrio digitale.

Poco fa ho inviato l’ultimo numero della newsletter che ho creato per Equilibrio digitale su Substack. Ultimo perché non mi piace lasciare progetti aperti senza energia o promesse non mantenute.

Un anno fa, prima che la mia famiglia fosse travolta dal COVID-19, avevo cercato di rilanciare il progetto sull’uso consapevole della tecnologia, avviato anni prima con un podcast di Piano P, ancora online, con lo stesso nome: Equilibrio digitale. Avrei voluto che avesse una sua autonomia e verticalità, ma ho capito che non ho la forza per sostenere un progetto che non ha sviluppi in termini di monetizzazione, se non indiretti. Per questo ho pensato fosse più sensato farlo confluire dentro la community di Saper imparare, così da dargli un contenitore coerente, più sostenibile anche se meno verticale.

Il tema della concentrazione, dell’essere produttori oltre che consumatori di contenuti, è legato a stretto filo all’uso consapevole della tecnologia. Chi è schiavo di smartphone, app, social web, email, news, finisce per essere passivo o credere di lavorare e produrre, pur non andando da nessuna parte. Resto convinto dell’attualità del tema dell’equilibrio digitale e per questo ho pensato di unirlo a quello del saper imparare. Equilibrio digitale ha già una stanza dedicata dentro la community (sei iscritto?) e nel giro di qualche settimane i 40 articoli pubblicati sul suo dominio verranno ridiretti su saperimparare.it, così da chiudere il cerchio.

Inviare un ultimo messaggio agli iscritti della newsletter di Equilibrio digitale era un passaggio necessario, così come modificare la home page del sito. Attività che ho entrambe svolto oggi pomeriggio in una sessione di coworking online (hai mai provato? scrivimi o commenta).

Uno degli obiettivi di questo 2022 è tenere vivi i miei spazi online e farli convergere, per quanto possibile, per rendere il tutto sostenibile in termini di energie investite, risorse economiche, sostenibilità e coerenza rispetto alle mie priorità in termini valoriali. Direi che sono sulla giusta strada, anche se ancora non con la velocità di crociera che vorrei, ma questa è la vita e c’è poco da frustrarsi. Ciò che conta è non restare fermi e continuare a camminare nella giusta direzione.

Il prossimo passo sarà di riavviare la mia newsletter in una nuova iterazione. Da Luca Conti News a Imparare in pubblico, il nuovo formato ha già un nuovo nome: Saper:. Entro febbraio riapro anche questo canale di comunicazione.

Articolo precedente

Intervista su Tgr Marche Rai sulla trasformazione digitale in relazione alla pandemia

Articolo successivo

Musica: Two is Apocryphal

Unisciti alla discussione

  1. Sai che sostengo entrambi i progetti e mi sembra molto sensata e ponderata la scelta che hai fatto per portare avanti il progetto Saper Imparare … l’equilibrio digitale è una delle ‘armi’ da avere al proprio arco in generale ed è un argomento trasversale a tutti gli interessi e a quanto segui nei tuoi siti storici.

    In bocca al lupo! Io ti sto facendo un po’ di pubblicità nei miei (piccoli) giri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.