Vai al contenuto

Archivio:

Aprile 2022

I libri che trovi nei libri

Uno dei modi più efficaci per approfondire un argomento, uno stile, è leggere la bibliografia a margine di un libro. Te lo insegnano all’università e ti fanno applicare il concetto nell’elaborazione della tesi.

Accademici a parte, i lettori comuni raramente leggono le note e prendono spunto dalla bibliografia che l’autore ha raccolto. Un po’ perché, per quanto l’argomento del libro sia interessante, per pochi lettori quello è un argomento veramente importante. Il più delle volte si finisce per passare a un altro libro e a un altro argomento.

Un paio tra le ultime letture mi hanno stimolato a tornare indietro e approfondire gli spunti dell’autore.

Come far saltare un oleodotto

Andreas Malm sostiene, con ottimi argomenti, che l’era dell’ambientalismo pacifista sia giunta al termine e che è necessario un cambio di passo: sabotare le infrastrutture del carbonio, per impedire fisicamente l’emissione dei gas serra in atmosfera e stimolare una presa … Continua a leggere

Non sei il prescelto. Sei solo un coglione

Chiedo scusa per la volgarità, ma credo sia la giusta traduzione del titolo di questo video:

Shalom Auslander, scoperto oggi per caso attraverso il suo libro Mamma per cena, appena pubblicato da Guanda, è l’autore del video e di una serie, Ungodly, che a questo punto devo vedere episodio per episodio. Prende passi della Bibbia e condanna chi li accetta in maniera acritica. Vale come provocazione e non solo.

Tutta la retorica, illustrata sapientemente nel video, del ringraziare Dio per un premio mi nausea. Non aggiungo altro. Del resto saper recitare non è una qualità che si estende necessariamente ad altri ambiti della vita. Le dichiarazioni citate ne sono la prova.… Continua a leggere

Attenti alla retorica del “la tecnologia ci salverà”. Vale per i cambiamenti climatici e per Web3.

Maurizio, commentando un mio post sull’essere fuori dalla bolla, scriveva:

Tempo e profondità sono qualcosa che il mondo digitale ha distorto rispetto al passato. L’abbiamo visto standoci dentro e per questo sappiamo che siamo solo all’inizio dell’accelerazione.
Le tue sono considerazioni che condivido. Mi chiedo però se la soluzione per una maggiore consapevolezza non possa anche essere un’altra. Essere fuori dalla bolla porta indiscussi vantaggi, ma anche alcuni svantaggi. Ho letto queste tue parole per caso, il tuo blog non era il mio radar o meglio nel mio stream, proprio perchè non è nella bolla.
Quasi 50 anni fa, Il grande Marshall McLuhan diceva: “Solo la tecnologia può proteggerci dalla tecnologia. Quando si crea un nuovo ambiente grazie a un certo stadio di tecnologia, bisognerà creare un controambiente con lo stadio successivo”.
Forse potremo ottenere la soluzione del problema della bolla digitale, proprio grazie al digitale.

Oggi da … Continua a leggere

Fingere il meglio possibile

“Com’è per gli uomini? Non ve lo so dire neppure adesso. Devono reggere il mondo senza mai mostrare la tensione; fingere ogni momento, fingere di essere forti, saggi, buoni e fedeli. Ma nessuno è davvero forte, saggio, buono e fedele. A ben vedere cercano tutti di fingere il meglio possibile.”

Andrew Sean Greer, La Storia Di Un Matrimonio

Come vivremmo tutti meglio se fossimo capaci di liberarci dalla gabbia del modello che qualcun altro – la chiesa, la cultura dominante influenzata dalla chiesa, le tradizioni della società agricola, il provincialismo – ha deciso per noi? Meno psicofarmaci, meno droga, meno alcol, meno illegalità, più salute mentale, più autostima, relazioni personali più vere, più realizzazione di se.… Continua a leggere

L’educazione da cui cercare salvezza

“Catholic education and law schools provide me with a lot of miserable people as psychotherapy clients. I should be grateful. These people are looking for rescue from their education. The problem is they all want me to tell them what to do so they can try hard to do it, be better than anyone else at it, and get good grades so God will love them.”

Brad Blanton, Radical Honesty

Radical honesty è uno dei libri, letti negli ultimi anni, che più mi ha influenzato.

Cambiando contesto, devo dire che ciò che afferma Brad Blanton è vero per molte persone che ho conosciuto negli ultimi mesi, anche se non in un contesto psicoterapico. Sorprenderà pochi, considerando come in Italia siamo immersi nell’educazione cattolica, molto più che negli Stati Uniti.

Quanto disagio evitabile, quante ferite (psicologiche) autoinflitte, quanta sofferenza inutile.

Vivere secondo il concetto dell’essere sempre onesti con chi ti sta
Continua a leggere