Vai al contenuto

Archivio:

Cultura

Attenti alla retorica del “la tecnologia ci salverà”. Vale per i cambiamenti climatici e per Web3.

Maurizio, commentando un mio post sull’essere fuori dalla bolla, scriveva:

Tempo e profondità sono qualcosa che il mondo digitale ha distorto rispetto al passato. L’abbiamo visto standoci dentro e per questo sappiamo che siamo solo all’inizio dell’accelerazione.
Le tue sono considerazioni che condivido. Mi chiedo però se la soluzione per una maggiore consapevolezza non possa anche essere un’altra. Essere fuori dalla bolla porta indiscussi vantaggi, ma anche alcuni svantaggi. Ho letto queste tue parole per caso, il tuo blog non era il mio radar o meglio nel mio stream, proprio perchè non è nella bolla.
Quasi 50 anni fa, Il grande Marshall McLuhan diceva: “Solo la tecnologia può proteggerci dalla tecnologia. Quando si crea un nuovo ambiente grazie a un certo stadio di tecnologia, bisognerà creare un controambiente con lo stadio successivo”.
Forse potremo ottenere la soluzione del problema della bolla digitale, proprio grazie al digitale.

Oggi da … Continua a leggere

Fingere il meglio possibile

“Com’è per gli uomini? Non ve lo so dire neppure adesso. Devono reggere il mondo senza mai mostrare la tensione; fingere ogni momento, fingere di essere forti, saggi, buoni e fedeli. Ma nessuno è davvero forte, saggio, buono e fedele. A ben vedere cercano tutti di fingere il meglio possibile.”

Andrew Sean Greer, La Storia Di Un Matrimonio

Come vivremmo tutti meglio se fossimo capaci di liberarci dalla gabbia del modello che qualcun altro – la chiesa, la cultura dominante influenzata dalla chiesa, le tradizioni della società agricola, il provincialismo – ha deciso per noi? Meno psicofarmaci, meno droga, meno alcol, meno illegalità, più salute mentale, più autostima, relazioni personali più vere, più realizzazione di se.… Continua a leggere

L’educazione da cui cercare salvezza

“Catholic education and law schools provide me with a lot of miserable people as psychotherapy clients. I should be grateful. These people are looking for rescue from their education. The problem is they all want me to tell them what to do so they can try hard to do it, be better than anyone else at it, and get good grades so God will love them.”

Brad Blanton, Radical Honesty

Radical honesty è uno dei libri, letti negli ultimi anni, che più mi ha influenzato.

Cambiando contesto, devo dire che ciò che afferma Brad Blanton è vero per molte persone che ho conosciuto negli ultimi mesi, anche se non in un contesto psicoterapico. Sorprenderà pochi, considerando come in Italia siamo immersi nell’educazione cattolica, molto più che negli Stati Uniti.

Quanto disagio evitabile, quante ferite (psicologiche) autoinflitte, quanta sofferenza inutile.

Vivere secondo il concetto dell’essere sempre onesti con chi ti sta
Continua a leggere

I gusti musicali tra i 7 pilastri dell’amicizia

Robin Dunbar* li chiama i 7 pilastri dell’amicizia. Più pilastri hai in comune con una persona, più è probabile che diventiate amici e che lo siate a un livello più stretto. I pilastri seguono in grassetto:

Quando abbiamo analizzato i dati, è apparso subito chiaro che le domande si accorpavano in una serie di gruppi a cui veniva data la stessa risposta. Esaminando il tipo di domande raccolte in questi raggruppamenti, sembrava possibile sintetizzarne il contenuto nel modo seguente: – parlare la stessa lingua (o dialetto); – crescere nello stesso luogo; – avere avuto le stesse esperienze formative e professionali (notoriamente, i medici bazzicano i medici, cosí come gli avvocati frequentano gli avvocati); – coltivare gli stessi hobby e interessi; – avere la stessa visione del mondo (in cui si amalgamano opinioni morali, opinioni religiose e opinioni politiche); – avere lo stesso senso dell’umorismo. A

Continua a leggere

I libri del mese – Marzo 2022

L’anno continua in modo fantastico. Questo mese ho equilibrato tra audiolibri ed ebook. Il motivo? Qualche audiolibro non entusiasmante che mi ha rallentato, bilanciato da più tempo passato a leggere, a scapito della televisione, pressoché spenta tutte le sere.

Sono tornato a leggere di più libri in inglese, con 3 su 10. Buono.

Buono il bilanciamento autori/autrici con 11/9.

Bene il bilanciamento fiction/non-fiction con 9/11.

Paesi: USA, Norvegia, Regno Unito, Venezuela, Irlanda, Italia, Russia, Francia, Portogallo. Un bel giro del mondo.

#TitoloAutoreFormatoVoto
1Virtue HoardersCatherine LuEbook6
2L’amante di Lady ChatterlyD.H. LawrenceAudio10
3Il giorno in cui smetterò di dire sìNina LykkeEbook10
4Casa HowardForsterAudio7
5Notte a CaracasKarina Sainz BorgoEbook8
6The Power of cuteSimon MayEbook7
7Dove sei, mondo belloSally RooneyEbook7
8Una
Continua a leggere