Vai al contenuto

Archivio:

Esperienze

Strisce positive

Dall’app Kindle, qualche giorno fa, ho tratto questo screenshot. Per oltre 3 anni, ogni settimana ho aperto il mio lettore di ebook e ho letto almeno qualche pagina di libro. Lo stesso per 160 giorni consecutivi, oggi diventati qualcuno in più.

Lo condivido pubblicamente come stimolo a leggere come abitudine quotidiana. Se prendi in mano tutti i giorni il tuo smartphone, allo stesso modo puoi aprire l’app per leggere un libro. Il gesto è lo stesso, con la differenza che di solito l’obiettivo è non pensare e scorrere i contenuti della tua social droga preferita col cervello quasi sempre spento. Con l’app per leggere libri dici invece al tuo cervello che lo vuoi tenere acceso, anche fosse per rilassarti e leggere qualcosa di leggero. Non è la stessa cosa. Di fatto è la differenza tra lasciarsi vivere e vivere consapevolmente.

Buona lettura!

P.S.

Non hai bisogno dell’app … Continua a leggere

Di battaglie e gentilezza

Ogni persona che incontri sta combattendo una dura battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile, sempre

Platone

La frase di cui sopra è attribuita a Platone, in un virgolettato dentro Nella polvere, romanzo di Lawrence Osborne pubblicato da Adelphi.

Da quando l’ho letta, non smetto di pensarci. Ci penso ogni volta che qualcuno mi fa un torto. Ci penso ogni volta che interagisco con uno sconosciuto che si comporta in modo frettoloso, strano, scortese. Ci penso ogni volta che sento qualcuno avere un’uscita infelice.

Non la considero una patente a comportarsi male e a farla franca, anzi. Penso che ci voglia coraggio a essere comprensivi e cercare di capire l’altro, anche quando le circostanze sembrano inequivocabili. Ci vuole pazienza. Ci vuole empatia. Ci vuole ascolto e anche comprensione. Non è per niente facile, ma credo che, alla fine, sia questa la base del vivere civile. Cercare Continua a leggere

Saper Imparare apre ufficialmente oggi con un Open day

19 anni dopo aver aperto il mio primo blog, eccomi di nuovo a lanciare un nuovo progetto digitale di condivisione di contenuti. Saper Imparare è finalmente realtà. Oggi pomeriggio ho organizzato un semplice evento online per raccontarne la nascita, gli obiettivi, il funzionamento e raccogliere domande, suggerimenti, proposte.

L’evento è aperto a tutti.

Per partecipare: https://lu.ma/v7a37q9a

Nei prossimi giorni avrò modo di raccontarne il dietro le quinte, per ispirare altri che volessero percorrere la stessa strada.… Continua a leggere

Siamo troppo vivi per morire e troppo morti per vivere

La preoccupazione per la buona vita va contrapposta alla lotta per la sopravvivenza. La società dominata dall’isteria della sopravvivenza è una società di non morti. Siamo troppo vivi per morire e troppo morti per vivere. Nella preoccupazione esclusivamente rivolta alla sopravvivenza noi siamo uguali al virus, questa creatura non morta che si limita a moltiplicarsi, quindi a sopravvivere, senza vivere.

La società senza dolore di Byung-Chul Han

Ci aspetta un altro mese in cui non sarà possibile uscire dal proprio comune, se non per motivi di lavoro/salute/necessità. I contatti sociali tornano a essere fortemente ridotti e restano chiusi tutti i luoghi di aggregazione e socializzazione. C’è un motivo più che valido per accettare tutto ciò: ospedali e terapie intensive oltre le soglie di allarme. Punto, non c’è nulla da discutere.

Reel on sailboat with sails sailing on water with horizon in the background
Credit: Jonathan Smith

Detto questo però, dobbiamo continuare a vivere. Vivere significa pensare al nostro futuro, pensare a diventare … Continua a leggere

Ritorno alla vita

Oggi è stato il primo giorno, dopo tre settimane, in cui mi sono risvegliato a casa mia, dopo aver dormito la prima notte a casa. Il COVID-19 è sconfitto e tutta la famiglia è in recupero, guarita Sono state settimane difficili, non solo sul piano della salute fisica, ma anche per quella mentale. Non voglio aggiungere un’altra storia di guarigione alle tante già raccontate. Ciò su cui mi voglio soffermare è la strana sensazione del dopo.

man standing in front of the window
Credit
Continua a leggere