Vai al contenuto

Archivio:

Presenze media

La vita è breve, per trascorrerla su Facebook

Ascolta “La vita è breve, per trascorrerla su Face-book | con Luca Conti” su Spreaker.

La scorsa settimana ho fatto una bella chiacchierata con Andrea Ciraolo nel suo podcast: Un buon giorno per morire. Andrea mi ha fatto tante domande sul mio percorso personale, sull’evoluzione dei social media, sul tema dell’equilibrio digitale, su perché stare tanto tempo sui social media non ci rende più felici e molto altro, compreso un annuncio finale.

Ascoltami su Un buon giorno per morire e fammi sapere la tua opinione in merito.

Il podcast è anche un ottimo complemento all’articolo in cui ho illustrato che è in arrivo un nuovo Luca Conti.


Continua a leggere

La tecnologia ci libera o ci rende dipendenti?

Qualche settimana fa Donna Moderna mi ha chiesto un contributo sul tema dell’equilibrio digitale. Lo ripropongo a seguire. Come complemento, ti consiglio l’ascolto del podcast Equilibrio digitale, in quattro puntate, con la mia viva voce. Buona lettura e buon ascolto.

tecnologia

Suona la sveglia e comincia la giornata. Il 57% degli Italiani dotati di smartphone inizia controllando email, WhatsApp e le ultime notizie, senza neanche scendere dal letto. Da questo momento il cellulare ci accompagnerà ovunque: in bagno, a tavola, al lavoro e di nuovo prima di addormentarci. Lo controlliamo fino a 200 volte nell’arco della giornata, con gli occhi sul piccolo schermo per una media di due ore e quattro minuti. In molte occasioni ci semplifica la vita: la mappa per trovare il luogo dell’appuntamento, la definizione su Wikipedia o la foto che ci arriva da un amico dall’altra parte del mondo. In altre compromette le relazioni e Continua a leggere

Il garante della privacy a tutela dei blogger e la mia opinione

Oggi le agenzie hanno rilanciato un passaggio della newsletter del Garante della privacy Soro. Qui ADNKronos ripresa da Prima Comunicazione:

Il blogger, nel momento in cui fa informazione, è soggetto alle stesse regole e gli sono riconosciute le stesse garanzie del giornalista. Non commette un illecito nel riportare nel proprio blog notizie e commenti, anche senza consenso, purchérispetti i diritti, le libertà fondamentali e la dignità della persona di cui scrive. Il principio è stato affermato dal Garante  privacy, come riportato dalla Newsletter ripresa da AdnKronos, nel dichiarare infondato il  ricorso di una donna, noto personaggio pubblico, che aveva chiesto la rimozione da un blog di un articolo in cui erano riportate vicende sentimentali e giudiziarie che la riguardavano.

 

agi

Nel pomeriggio mi chiama una giornalista dell’AGI e mi chiede un parere, ripreso in un lancio della stessa agenzia:

Un “ottimo pronunciamento” che “tutela il lavoro dei

Continua a leggere