Vai al contenuto

Diciassette Gennaio

16 anni fa

Facevo parte di un gruppo di lettura e lo promuovevo. Ormai da anni ne gestisco uno mio. Chissà da quanti e in quante iterazioni! L’ultima.

12 anni fa

Tornavo da 30 giorni in giro per la Thailandia. Il mio primo viaggio fatto senza pianificare nulla in anticipo, se non il volo e le prime notti a Bangkok, dove me la sono anche vista brutta tra l’altro. Che esperienza! Sarebbe da fare almeno una volta l’anno, ogni inverno. Speriamo che da fine 2022 la pandemia diventi endemica e possa ritornare a ripetere questo tipo di esperienza.

10 anni fa

Detroit, Las Vegas, New York. Bel modo di cominciare l’anno.

Segnalavo un progetto di storytelling personale oggi chiuso. Peccato.


Se c’è una cosa per cui mi dico bravo è l’aver compreso per tempo il concetto del carpe diem. Per anni ho viaggiato in lungo e in largo con la valigia in mano, per piacere e anche per lavoro. Mi sono chiesto “sono nelle condizioni per farlo?”, mi sono risposto sì e l’ho fatto. Fregandomene di chi remava contro e non approvava o chi mi guardava strano o mi invidiava. Lo potevo fare e l’ho fatto. Ho vissuto oggi i due anni di pandemia con grande serenità. Non ho dovuto rivedere la scala dei valori perché era già correttamente al suo posto. Mi sono semplicemente adattato alle circostanze, anzi. Un certo rallentamento l’ho deciso pochi mesi prima dell’inizio della pandemia, quasi avessi percepito cosa stava per cambiare. Quel che significa vivere la vita con consapevolezza.

La settimana 2/2022

Seconda settimana dell’anno conclusa, seconda domenica pomeriggio con del tempo da dedicare a questa attività di autoriflessione. Tempo ben speso

Vita sociale

Omicron regna e la vita sociale finisce per pagarne le conseguenze. Salvo un amico passato a salutarmi ieri, zero contatti, famiglia a parte. Chiacchierata online con Manchester confermata. Coworking online passato a due appuntamenti settimanali, molto produttivo. Una lezione del mio corso sulla gestione del tempo, sempre online. Niente altro. Ho seguito un po’ i miei in alcune attività: ordinaria manutenzione.

Incontri sociali (online): 2 (1)

La settimana in arrivo vede le due sessioni di coworking, la chiamata con Manchester, una facilitazione online e un passaggio al cinema.

Vita intellettuale

Sono stato al cinema una volta: America latina, film italiano, che non ti consiglio. Per il resto ho visto un film inglese/tedesco (Spencer), un film coreano (Moonlit Winter) e un film giapponese (Confessions). Arrivo a 10 film visti dall’inizio dell’anno, da dieci paesi diversi, in linea con l’obiettivo di privilegiare il cinema dal mondo.

Film visti: 4

Totale da inizio anno: 10

Ho completato vari audiolibri, per cui mi sono appassionato: Ragazzi di vita, Lessico famigliare, Il giardino dei Finzi-Contini e Il gattopardo, più L’infinito errore. Ho passato tanto tempo ad ascoltare, mangiando, riordinando, facendo pulizie, camminando. Ho trascurato i libri libri, carta e digitale, anche se sono andato avanti su Armi, acciaio e malattie e su Atti di sottomissione. Il malessere di cui sotto mi ha tolto energie e mi sono fatto prendere dalle storie degli audiolibri. Devo trovare un miglior equilibrio.

Libri letti: 5

Libri (nuovi) in lettura: 0

Totale da inizio anno: 10

Neanche questa settimana ho seguito alcuna lezione tra quelle messe da parte. Male!

Lezioni/workshop: 0

Salute

La terza dose, fatta mercoledì, mi ha messo ko per 36 ore. Mercoledì sera sono andato a dormire alle 21 e Giovedì alle 21,30, dopo una giornata spossato e con una leggera febbre. Da venerdì sono tornato di nuovo in forma. Il clima di questo periodo, con alcuni amici contagiati, non è particolarmente lieto, ma malessere a parte sono stato su di morale.

Le belle giornate di sole hanno contributo, anche nel weekend, a tirarmi ancora più su.

Sono riuscito tutti i giorni a cenare entro le 18-18,30 e a digiunare per 12-16 ore, tutti i giorni. Ormai posso dire che è un’abitudine consolidata e positiva, come l’andare a dormire presto, cosa che in questa stagione mi viene anche facile.

Lavoro

Settimana tranquilla. Il mio side job ha continuato ad avere poco movimento, sui livelli della scorsa settimana. L’attività di community e content marketing è partita a pieno regime con contributi giornalieri e la pianificazione di un nuovo podcast. Il malessere a metà settimana l’ha parzialmente compromessa, ma sono riuscito a produrre i contenuti che avevo pianificato e anche a tenere gli impegni di coworking calendarizzati, oltre all’ultima lezione del corso sulla gestione del tempo.

Sto procrastinando alcune attività, tra cui la promozione di Saper Imparare. Sono stato comunque costante nello scrivere sui miei blog pubblici e nelle community.

Ho comunque investito parte del tempo in alcune attività di riordino della casa e di pulizia straordinaria, utili a mantenere un ambiente pulito, spazioso, libero da ingombri. Questo mi aiuterà a concentrarmi di più nei prossimi giorni.

Finanza personale & Ricavi

Settimana senza nessuna attività. Insieme alla promozione della community e alla formazione personale è qualcosa per cui non sono ancora riuscito a trovare l’energia necessaria. Questa settimana ho l’alibi parziale del malessere successivo al vaccino come scusante. Non può continuare così per molto.


Settimana positiva. Considerando il periodo che stiamo attraversando, con una buona percentuale di italiani contagiati o in isolamento/quarantena, non mi posso lamentare. Le mie attività online continuano, anche se non al massimo della forza. La salute ha avuto un breve stop, senza conseguenze.

La settimana in arrivo non comprende particolari novità, se non un nuovo film in sala e due eventi online per le community.

Sedici Gennaio

14 anni fa

Mi preoccupavo di libertà economica. Non credo oggi, se non con qualche provvedimento di Draghi, sia cambiato qualcosa.

5 anni fa

Promuovevo un mio libro con un estratto. Già allora il traffico su questo sito era già così ridotto da non generare particolari effetti.


Oggi. Domenica mattina. Sono le 7,42 e comincia a farsi giorno. Nuvoloso, coperto. Silenzio, se non per qualche uccellino. Da qualche giorno respiro quasi un clima da “The day after”. Sarà l’alta percentuale di contagiati, raffreddati, isolati, preoccupati, non lo so. Le statistiche ufficiali dicono che circa 4 italiani su 100 sono a casa contagiati. A questi aggiungi quelli non censiti perché completamente asintomatici, quelli che hanno fatto un tampone a casa e non l’hanno ancora certificato, i contatti stretti dei positivi. Potremmo tranquillamente arrivare al 10%. Se prendiamo la popolazione attiva, probabilmente la percentuale sale. Cinema con poca gente, ristoranti idem, credo. Il freddo non invita l’attività all’aria aperta. Tutti a casa a guardare la televisione o a smanettare sullo smartphone?

Quindici Gennaio

11 anni fa

Avevo ben tre libri nella top 5 di Amazon per il tema tech. Piccole grandi soddisfazioni.

Bei tempi, in cui lavoravo molto e gran parte del mio compenso era gloria e reputazione.

Oggi lavoro molto meno, non ho un’immagine pubblica come in quel periodo, ho meno ricavi, zero gloria e sono lo stesso felice, forse anche di più, perché ho più consapevolezza di me e di ciò che mi fa star bene. Girare sulla ruota del criceto a tutta velocità, più veloce degli altri, poteva essere divertente all’inizio. Poi mi sono accorto che era una ruota, ferma. Lavoravo più per gli altri che per me. Non rinnego ciò che ho fatto, perché mi ha permesso di essere chi sono oggi. Ciò nonostante non tornerei indietro. Sic transit gloria mundi. Così era, così è, così sarà.

Il piacere degli audiolibri e 4 suggerimenti d’ascolto.

1 commento

Quasi 10 anni fa mi entusiasmavo per Toni Servillo che leggeva Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino. Nel 2011 leggevo 7 audiolibri. L’estate del 2017 ne ho ascoltati almeno una decina, poi un giorno ho smesso. Male!

Da meno di un mese ho ripreso e con che soddisfazione! Da attività svolta facendo altro – pulire casa, riordinare, cucinare, mangiare, camminare, guidare – mi prende a tal punto da non voler smettere quando dovrei tornare a fare altro. Segno di quanto il libro in ascolto sia ben scritto e ben interpretato. Gli ultimi 4, in sequenza:

Ragazzi di vita di Pierpaolo Pasolini

Ragazzi di vita (c) Leonardo Magrelli

Fabrizio Gifuni è bravissimo nell’interpretare tutti i dialoghi in romanesco. Molto, molto divertente, anche se in alcuni aspetti tragico. Pensare che avevo comprato quel libro in allegato a Repubblica oltre 15 anni fa, se non 20. L’anno scorso avevo cominciato a leggerlo, non mi era piaciuto e lo avevo donato. Felice di averlo ripreso e goduto in questo formato.

C’è anche una versione diversa disponibile all’interno di Raiplay Sound, gratis.

Lessico famigliare di Natalia Ginzburg

Lessico famigliare (c) internozero

Un altro classico, vincitore anche del Premio Strega. Margherita Buy lo rende in modo ancor più ilare di quanto probabilmente sia il libro. Il lessico del libro, come da titolo, è variopinto e spesso comico, pur nella sua ripetitività. Leggero, pur trattando di un periodo storico per niente facile, come il periodo tra le due guerre, in Italia, per una famiglia di origine ebrea.

Anche questo è disponibile gratis su Raiplay Sound.

Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani

Il giardino dei Finzi-Contini (c) Andrea Serio

A leggerlo lo avrei forse abbandonato. Nel formato audiolibro sono andato avanti per vedere come andava a finire, non proprio appassionato, ma coinvolto. Leggere dello stesso momento storico di Lessico famigliare, con quest’altro tono, subito dopo, non ha giovato. Comunque gradevole.

Altro classico disponibile gratis su Raiplay Sound.

Il gattopardo di Tomasi di Lampedusa

Il Gattopardo (c) Leonardo Magrelli

Sono a un quarto della lettura e sono già preso. Toni Servillo ci mette del suo per aumentare il valore di questo capolavoro. L’unico dei quattro libro che avevo già letto. Lo ascolto con grande piacere. Lo consiglio anche.


Tutti gli audiolibri in questione sono compresi in abbonamento su Storytel, su Audible o su entrambe le piattaforme. Qualcosa si trova anche su Raiplay Sound, come da link.

Non farti spaventare dalla durata. Ho ascoltato tutti i libri a una velocità 1,5x se non 1,75x, riuscendo a comprendere molto bene. Ci sarà un motivo, ma la lettura 1x è in genere molto molto rallentata.

Con un abbonamento di 10 euro al mese puoi quindi tranquillamente ascoltare 5-10 audiolibri, per un costo per singolo audiolibro prossimo a un solo euro. Esistono anche canali Telegram dove se ne trovano alcuni o gratis su Raiplay Sound. Non hai scuse per aggiungere un po’ di letteratura alla tua quotidianità!

Tu? Hai qualche audiolibro in particolare da suggerirmi? Non che abbia bisogno di raccomandazioni. Tra audiolibri scaricati e altri messi in coda su Raiplay Sound, ne ho quasi un centinaio da ascoltare… abbastanza per tutto l’anno (e oltre)!