Vai al contenuto

Archivio:

algoritmi

Essere fuori dalla bolla

Credo sia un grande vantaggio, oggi, in termini di apertura mentale, essere fuori dalla bolla.

La bolla è quel microcosmo, promosso dagli algoritmi delle piattaforme social, in cui gli spunti intellettuali che ricevi sono simili agli stimoli che ricevono le persone che segui e frequenti. Un piccolo mondo in cui tutti (o molti) leggono le stesse fonti, seguono gli stessi profili, segnalano le stesse notizie, partecipano agli stessi eventi. L’omogeneità è tale per cui chi è dentro la bolla pensa che quello sia il mondo, che quella visione della realtà sia diffusa e nota. L’altro effetto è che chi sta nella bolla sa tutto quello che gli altri sanno nella bolla, ma sa poco di quel che succede fuori. Fuori in termini geografici, culturali, settoriali.

Nella bolla, qualsiasi essa sia, di solito vive chi ha interessi specifici e un lavoro specializzato, soprattutto mediato dal digitale e quindi dipendente, in qualche … Continua a leggere

Simulmatics: L’influenza politica degli algoritmi 50 anni fa

Un libro, IF THEN di Jill Lepore, racconta come nell’America di Kennedy e dei primi super computer grandi come una stanza, un’azienda ha immaginato di ordinare gli americani in 480 diverse categorie e promuovere messaggi politici su misura.

What seemed frightening and even immoral fifty years ago we now mostly take for granted. We shouldn’t. Facebook places its billions of customers into many more than 480 categories, based not on voluntary surveys but on pervasive surveillance. Machine-learning techniques intuit cultural “affinities” and political preferences. The algorithms sort users by location, education level, languages, financial standing, property ownership, occupation, age, gender, sexual preference, and relationship status. They track almost everything you buy, read, or watch. Facebook knows who is connected to, related to, and interested in whom.

I commentatori dell’epoca si scandalizzarono. Nessuno si scandalizza di come Facebook permetta la stessa categorizzazione, in modo estremamente più … Continua a leggere