Vai al contenuto

Archivio:

casa

Una nuova casa per Lucaconti.it (e Pandemia.info)

Dopo anni di ospitalità sui server di TOPIX, Lucaconti.it si è trasferito nello spazio web di un caro amico, blogger di vecchia data. Per te che leggi non cambia nulla, se non forse un sito più veloce da caricare e più sicuro, perché finalmente Nicola ha abilitato il protocollo https che impedisce a terzi di intercettare il contenuto delle pagine web che vedi qui. Magari anche i motori di ricerca apprezzano e porteranno nuovo traffico, chissà?

L’importante è che l’esperienza di lettura sia la migliore possibile per te e che l’esperienza di scrittura sia la più efficiente per me.

Un ringraziamento quindi a TOPIX e a tutto il team che mi ha supportato in questi anni. Ho perso il conto di quanti. Grazie!

Un grazie di cuore anche a Nicola che, non solo si è occupato del trasferimento dei dati del sito, ma mi sostiene nel suggerire miglioramenti … Continua a leggere

Lasciar andare le carte (e altri oggetti) del passato

Il mese di ottobre volge quasi al termine, con l’ultima settimana, e posso dire di sentirmi più leggero. Chi mi conosce lo sa, preferisco investire in esperienze e non in oggetti, ma nonostante questo sono riuscito a trovare e buttare/donare/riciclare un sacco di cose in questo mese. Oggetti fisici e digitali.

Il passato che si accumula

Nell’ultima settimana ho mandato al riciclo diverse buste piene di carta. Ho riordinato bollette, estratti del conto corrente, volantini e altri documenti relativi al mio lavoro che non aveva senso conservare, perchédigitali, perché superati o perché semplicemente inutili. Dopo aver letto un bel post di Louis Rosenfield ho deciso di lasciar andare altra carta supplementare che fino a ieri si accumulava semplicemente in uno spazio mai consultato: pagine di giornale con i miei articoli scritti per Il Sole 24 Ore, documenti relativi alla mia attività di volontariato nel WWF e altri simili.

Un pezzo … Continua a leggere

Oggi giornata triste, addio al parco

Prima o poi doveva succedere e oggi è stato il giorno. La visione dal mio terrazzo, come da foto di cui sopra, da oggi è destinata a venire meno nel giro di qualche mese, visto che sono cominciati i lavori di costruzione di una lottizzazione di una decina di lotti, proprio davanti a casa mia.

Doveva esserci un parco, ma il Comune di Senigallia, bisognoso di soldi, ne ha venduto una parte rendendola edificabile. La transazione è stata chiusa circa 18 mesi fa, quindi era solo questione di tempo. Ciò non toglie che il pensiero di anni di rumori e lavori non mi abbia messo di buon umore.

C’è stata poi una bella notizia nel corso della giornata, ma la lascio per domani 🙂

La vita continua, forse un po’ meno felice, ma continua.… Continua a leggere