Vai al contenuto

Archivio:

film

Air conditioner e Aline Frazão

Ogni giorno sembra uguale al precedente, in questo gennaio di semi lockdown casalingo, eppur non lo è. Basta un film, un brano musicale, un libro a renderlo diverso e unico. Il potere dell’arte e delle storie.

Ogni giorno che passa sono sempre più felice di aver attivato un abbonamento annuale a Mubi (72 euro) e poter godere di una selezione di film curati con attenzione, da ogni angolo del pianeta. Avevo messo in lista da qualche settimana Air conditioner, sia per il paese d’origine (Angola), sia per il fatto che fosse una esclusiva Mubi, proveniente dal circuito dei festival internazionali. Scelta azzeccata.

Ieri sera avevo meno d’un’ora e mezza per vedere qualcosa e la scelta è caduta appunto su Air conditioner, che dura 73 minuti. Il film è evidentemente girato con pochi mezzi e il panorama non è quello che vedi di solito al cinema. Niente … Continua a leggere

Nove Gennaio

Due post cinefili e un articolo.

11 anni fa

Scrivevo di social network per una rivista.

8 anni fa

Segnalavo un video con i migliori film del 2014

7 anni fa

Stessa operazione dell’anno prima, con i film del 2015


Con questo siamo a 1163 post pubblicati, di cui 200 privati. … Continua a leggere

Prayers for the stolen

L’anno comincia con un film Netflix che però in Italia non è distribuito da Netflix e non sono neanche riuscito a capire chi lo distribuirà e quando. Intanto l’ho visto e te lo consiglio. Non per niente il Messico ha scelto Prayers for the stolen (Noche de fuego) come rappresentante per concorrere alla categoria degli Oscar per miglior film internazionale. È tra i 100 film del 2021 con la miglior media della critica in lingua inglese.

Quest’anno ho pensato di adottare un sistema molto semplice per limitare i film americani e guardare ancor più cinema internazionale: ogni mese un solo film per paese, eccetto quanto programma il mio cinema locale. Privilegiando i film prodotti in paesi di cui quest’anno non ho visto nulla.

Nel 2020 non ho tracciato bene la provenienza, ma a memoria posso dirti che ho visto film da:

  • Costa d’Avorio (La notte dei re)
  • Spagna (Madres Paralelas)
Continua a leggere

-40 L’intreccio del 2021

Phil meditava sul fatto che nella vita ciascuno trasmette un dono a qualcun altro; e, come avviene con le corde di cuoio intrecciato, il carattere umano si forma dalla combinazione di tanti fili, a volte con risultati positivi, altre deludenti.

Il potere del cane di Thomas Savage

Non è ancora finito, ma posso esclamare già ora: che anno è stato sul piano delle relazioni personali! Credo di non aver mai conosciuto, personalmente, così tante persone, senza viaggiare, come ho fatto quest’anno. Un notevole bagaglio di umanità che mi ha arricchito. In termini di confronto, di esperienza, di esposizione, se non comprensione, di psicologie diverse dalla mia. Un “character study”, come si dice in inglese, che potrei io riportare sotto forma di libro (ben più di uno, poi), invece che vederlo disegnato da autori in film e romanzi.

Al di là di questo aspetto, come da citazione, i fili intrecciati con … Continua a leggere

Lo stato della collezione di media: 13 libri (da leggere), 29 film e 5700 ebook

7 anni fa oggi scrivevo di come avevo ridotto la mia collezione di contenuti, quasi soltanto digitali, accumulati e da consumare:

In 7 anni c’è stata una inversione di tendenza. Ho ricominciato ad accumulare ebook, forte del concetto di antibiblioteca. Allargare il proprio non sapere è un modo di sentirsi meno ignoranti e di sapere cosa andare a leggere quando hai un bisogno informativo da soddisfare. OK.

Sul fronte film ho fatto dei decisi miglioramenti. Un paio di mesi fa ero riuscito a portare la mia coda di film (scaricati) da vedere a zero. Oggi è tornata a salire, complice il fatto che il cinema ha riaperto e passo molto più tempo fuori casa, con la televisione quasi sempre spenta. I film, tutti indipendenti e da tutto il mondo (Malta, Islanda, Messico, Germania, Cina, Giappone e potrei continuare) sono a 29. … Continua a leggere