Vai al contenuto

Archivio:

imparare

Non abbiamo imparato niente su come prevenire le infezioni in ambito domestico

Considerando quello che ho passato nell’ultimo mese, mi fa un po’ rabbia leggere un post che avevo scritto un anno fa:

Xiao Ning, ricercatore del Chinese Center for Disease Control and Prevention, intervistato da BNN Bloomberg, sito canadese, dice che l’Italia dovrebbe seguire il modello cinese per l’isolamento dei malati lievi: non a casa, ma in strutture dedicate e sorvegliate. Nell’articolo si cita uno studio cinese che affermerebbe che l’80% dei contagi sarebbe causato da chi è in isolamento domestico.

L’isolamento domestico dei malati lievi non è la soluzione

I COVID Hotel sono stati pochissimi e largamente insufficienti. Diciamo le cose come stanno: abbiamo deliberatamente ignorato il problema e non abbiamo voluto trovare una soluzione, che avrebbe creato problemi logistici e di gestione dei malati. Se lo avessimo fatto, è facile prevedere che avremmo enormemente ridotto il numero totale di contagiati e avremmo certamente salvato … Continua a leggere

Il nuovo progetto ha un nome: Saper imparare

Oggi finalmente mi sono deciso e ho registrato Saperimparare.it. Non c’è ancora nulla e neanche attivo il link, perché c’è poco da vedere. Voglio però segnare questa data con questo post. Da anni ormai ho deciso di rivolgere l’attenzione all’imparare qualcosa di nuovo ogni giorno, diventato il sottotitolo di Pandemia. L’anno scorso ho maturato l’idea che fosse giunto il momento di organizzare uno spazio in cui imparare insieme a chi mi legge. Non più uno canale unidirezionale, come un blog o un profilo social, ma uno spazio in cui i miei contenuti si affiancano ai contenuti di chi impara insieme a me.

Il nome mi è venuto sotto la doccia qualche settimana fa e mi sembra il più azzeccato, perché unisce il verbo in cui ruota intorno tutto, imparare, a sapere, che è sinonimo di conoscenza e in qualche modo allarga il concetto di imparare a … Continua a leggere

Mai smettere di imparare: novità in libreria

Non si finisce mai di imparare e non bisognerebbe mai smettere di imparare.

Tra le domande a cui rispondo nel mio diario quotidiano c’è”cosa hai imparato ieri?”. Non tutti i giorni imparo qualcosa di nuovo, ma lo stimolo c’è.

Oggi ho scoperto un nuovo libro freschissimo che vuole aiutare chi non vuole rischiare di diventare bollito, professionalmente, e vuole restare rilevante, reinventarsi e mantenersi attivo intellettualmente. Proprio quello di cui ho bisogno!… Continua a leggere