Vai al contenuto

Archivio:

nativi americani

La causa dei nativi americani

Un proiettile è così veloce che è caldo e così caldo che è crudele e così dritto che attraversa un corpo da parte a parte, buca, lacera, brucia, esce e prosegue famelico, oppure resta dentro, si raffredda, si deposita, avvelena. Quando un proiettile ti squarcia, il sangue si riversa fuori come da una bocca troppo piena. Un proiettile vagante, come un cane randagio, può morsicare chiunque, in qualsiasi punto, perchécosì come i denti del cane sono fatti per mordere, per masticare, per sbranare carne, un proiettile èfatto per divorare tutto ciòche può.

Non qui, non altrove – Tommy Orange

Tra le letture più toccanti dell’estate c’èNon qui, non altrove. Incredibile come un libro di narrativa può farti empatizzare con la causa dei nativi americani, oggi, più di qualsiasi documentario, articolo o storia sentita a scuola o altrove.

La ferita inferta ai nativi americani dall’occupazione e dallo sterminio degli europei alla … Continua a leggere