Vai al contenuto

Archivio:

newsletter

Popup Newsletter, in viaggio

Prendendo spunto da Craig Mod, mi era venuta voglia di attivare una newsletter popup per il mio prossimo viaggio, ma andiamo per gradi.

Qual è il mio prossimo viaggio?

Domenica parto e per 4 settimane me ne starò in giro per l’Europa, ai margini orientali. L’itinerario prevede una tappa a Budapest, da dove volare sul Caucaso e stare 20 giorni tra Azerbaijan, Georgia e Armenia, per poi tornare verso casa facendo tappa a Salonicco.

Un viaggio impegnativo sul piano organizzativo, tanto da non aver ancora prenotato tutti gli alloggi. Da un lato mi dico che sono in ritardo. Ragionando mentre scrivo queste parole, l’ultimo viaggio più lungo di 3 settimane in più paesi e più città risale al 2015/2016 e alle 8 settimane nel sud est asiatico, quando ho toccato 6 paesi e 11 città andando a memoria. In quel caso non ho prenotato tutto in anticipo. I … Continua a leggere

La newsletter è ripartita!

creative mock up envelope near dry twig
Photo by Monstera on Pexels.com

Da dicembre 2021, ovvero 3 mesi fa, avevo in mente di rilanciare la mia vecchia newsletter personale, diventata poi Imparare in pubblico. Dopo gli invii di maggio e giugno (2021) mi sono perso e non mi sono più ripreso. Eppure è l’unico strumento di comunicazione che ho a disposizione, oltre ai miei blog. Negli anni ho fatto vari errori, tra cui quello di trascurare gli iscritti alla newsletter, lasciandoli mesi senza aggiornamenti. Gli esperti di email marketing sostengono che una lista andrebbe contattata almeno una volta ogni 6 mesi, per non perdere il contatto. Mea culpa. Recuperare sarà difficile, ma non ho alcuna intenzione di tornare su Instagram, Facebook e compagnia per stimolare il mio pubblico. No.

La buona notizia è che la newsletter è finalmente ripartita. Alleluja!

Ieri pomeriggio, nonostante uno stato di salute precario (o forse per questo?), mi sono fatto forza, ho … Continua a leggere

Afridigest, una finestra sulla web economy africana

Un mio personale imperativo morale è la diversificazione delle fonte. Meno notizie da Stati Uniti ed Europa e più riflettori accesi sugli altri continenti. Godere di osservatori su mondi diversi da quelli battuti dai grandi media (dentro ci metto anche tutti i siti tech anglosassoni) è una ricchezza notevole, per me almeno, in termini di contaminazione con esperienze meno note, ma non per questo meno interessanti. L’equivalente di viaggiare per conoscere gente del posto e culture diverse.

Afridigest è una newsletter che ogni settimana fa il punto sul business nel continente africano. L’ho appena scoperta e mi sono subito abbonato. Premia, in termini di serendipity, seguire strade poco battute. Forse non nell’immediato, ma nel medio lungo termine. Leggere quello che leggono tutti ti fa pensare, gioco forza, come gli altri. Alla fine non è un gran vantaggio.

AfridigestContinua a leggere

Una newsletter su Whatsapp per premiare le relazioni che contano

Sì, hai letto bene, una newsletter su Whatsapp? Mi sono bevuto il cervello? No, non credo. Whatsapp è un sistema di messaggistica istantanea, non è un social network nel senso proprio del termine, ma ha una funzione che si presta abbastanza bene a essere utilizzata come una newsletter, pensata per il canale e per l’ambiente in cui si inserisce. Un passo indietro e ti spiego come funziona e di cosa sto parlando.

Dal blog, ai social media e poi?

In rete si parla da mesi di una nuova tendenza, quella del dark web. Niente di oscuro e pericoloso, tranquillo. Con questo termine si intende il traffico generato su siti (di informazione e non) dalle app e soprattutto dalla messaggistica mobile, attraverso condivisione di link con il passaparola. Il volume diventa interessante, perchéil web sta diventando mobile e le app di messaggistica spopolano, tra Whatsapp e Wechat. Da qui … Continua a leggere