Vai al contenuto

Archivio:

relazioni

Cose che succedono la notte e Tempi eccitanti

Leggere narrativa può essere fonte di grande soddisfazione. Non è la prima volta che lo scrivo. Ultimi due esempi.

Cose che succedono la notte

Peter Cameron è uno dei miei autori preferiti e questo è il suo ultimo libro. Letto a scatola chiusa, senza neanche sapere la trama, mi ha un po’ spiazzato.

Rientra nel genere di libri che ti proiettano in un mondo completamente diverso dal tuo, per non dire simbolico e surreale, od onirico. Vale la pena ogni tanto confrontarsi con questo genere di libri, che di solito non amo, per uscire dalla propria zona di comfort. La scrittura è sempre piacevole, anche quando ciò che viene descritto sembra avere poco senso. Il fatto che sia non sia eccessivamente lungo gioca a suo favore.

Cose che succedono la notte: una recensione.

Tempi eccitanti

L’avevo visto segnalato nel mondo anglosassone nei mesi scorsi ed è stato … Continua a leggere

Ogni rapporto è un atto di equilibrio e altre considerazioni sull’amore

Binario sette è promosso come un thriller sovrannaturale, ma è molto di più. Il thriller èun pretesto per parlare di relazioni personali di relazione di coppia. Come succede nei migliori romanzi, l’autrice propone chiavi di lettura e crea dialoghi in cui i personaggi fanno considerazioni in cui mi sono parzialmente riconosciuto.

Ne riprendo alcune a seguire:

Tutti noi scendiamo a compromessi, ricordo di avere pensato. Che vita vivrei con questa persona? Ogni rapporto è un atto di equilibrio, in fin dei conti, due individui appollaiati alle estremità opposte di un’altalena. Tuo marito russa. Tua moglie lascia gli asciugamani bagnati sul pavimento. Perà lui ti porta il tè a letto ogni mattina. Lei è una cuoca straordinaria. Tutte le unioni, tutte le relazioni, qualunque associazione – hanno tutte i loro vantaggi e svantaggi, il loro canone di abbonamento.

Continua a leggere

Le relazioni non finiscono mai

Relationships in life don’t really end, even if you never see the person again. Every person you’ve been close to lives on somewhere inside you. Your past lovers, your parents, your friends, people both alive and dead (symbolically or literally)—all of them evoke memories, conscious or not. Often they inform how you relate to yourself and others. Sometimes you have conversations with them in your head; sometimes they speak to you in your sleep.

Maybe you should talk to someone – Lori Gottlieb

Concordo con l’autrice che le relazioni personali, nella vita, non finiscono mai. Nè se la persona è deceduta, né se è uscita dal radar, né se coscientemente ha deciso o tu hai deciso di cancellarla dalla tua vita. Ad alcuni torna in sogni, ad altri, come a me, torna alla memoria con associazioni che il cervello fa, ripensando a situazioni, paesi, momenti, contenuti. Leggendo un articolo o … Continua a leggere

Una newsletter su Whatsapp per premiare le relazioni che contano

Sì, hai letto bene, una newsletter su Whatsapp? Mi sono bevuto il cervello? No, non credo. Whatsapp è un sistema di messaggistica istantanea, non è un social network nel senso proprio del termine, ma ha una funzione che si presta abbastanza bene a essere utilizzata come una newsletter, pensata per il canale e per l’ambiente in cui si inserisce. Un passo indietro e ti spiego come funziona e di cosa sto parlando.

Dal blog, ai social media e poi?

In rete si parla da mesi di una nuova tendenza, quella del dark web. Niente di oscuro e pericoloso, tranquillo. Con questo termine si intende il traffico generato su siti (di informazione e non) dalle app e soprattutto dalla messaggistica mobile, attraverso condivisione di link con il passaparola. Il volume diventa interessante, perchéil web sta diventando mobile e le app di messaggistica spopolano, tra Whatsapp e Wechat. Da qui … Continua a leggere