Vai al contenuto

Archivio:

The Economist

Non vogliamo fare sacrifici

L’Economist, lo dico da anni, è una lettura sempre ricca di riflessioni. L’opinione sull’Europa, Charlemagne, questa settimana scrive, a proposito della riduzione della dipendenza dal gas russo:

The absence of such measures reflects three factors. The first is that Europe may not truly be committed to weaning itself off Russian hydrocarbons. More storage of gas at EU level, as looks likely to be agreed, could dent Russia’s stranglehold on Europe. Some might think that will solve the problem, at least if the war ends soon. Keeping the option, if not the necessity, of importing Russian gas would avoid a painful pivot away from cheap power.

Second, energy is a politically toxic topic. The mere mention of speed limits or dearer petrol triggers accusations of urban politicians ignoring the plight of car-dependent provincial folk. Spanish farmers are protesting about energy prices. France’s president, Emmanuel Macron, wants no more gilets

Continua a leggere

Investire nella formazione permanente, lo dice anche The Economist

The Economist di questa settimana dedica la copertina al tema della formazione permanente.

Impara qualcosa di nuovo ogni giorno (formazione permanente), il motto della mia newsletter e soprattutto uno dei principali focus della mia attuale attività professionale, si rispecchia nella copertina dell’Economist di questa settimana e all’articolo di apertura del numero. All’interno c’è un intero special report dedicato al “lifelong learning“, di cui ti consiglio la lettura.

Per sopravvivere nel mondo del lavoro di oggi e di domani, l’apprendimento continuo non è una opzione, ma una necessità.… Continua a leggere