Vai al contenuto

Archivio:

video

-7 Un viaggio psichedelico

Probabilmente avevo questo documentario di un’ora nella mia coda di guarda più tardi da oltre un anno. Oggi finalmente ho trovato il tempo di vederlo. Molto semplice e molto efficace. Un lavoro amatoriale che aiuta quanto meno a percepire tutto quel che c’è dietro il fenomeno crescente dello sciamanesimo e dell’Ayahuasca.

Ci sono arrivato interessandomi all’applicazione dell’uso di sostanze psichedeliche in relazione alla salute mentale e al trattamento di ansia, depressione e altri problemi. Un fenomeno in crescita, almeno nel mondo americano, perché se ne parla di più e perché la malattia mentale è molto diffusa e curata con successi alterni.

Qualche nota sparsa sul documentario a seguire.… Continua a leggere

[musica] Finja by KIDSØ

Dimmi che musica ascolti e ti dirò chi sei.

Io ascolto questa musica. Onore al merito all’algoritmo di Spotify che mi ha fatto scoprire il duo KIDSØ. Questa musica non la trovi in radio, non la trovi in classifica. Forse potrebbero usarla in uno spot televisivo, ma probabilmente è troppo avanguardia.

Il brano in questione, Finja, è uscito giusto ieri e il video è online da poco più di 24 ore, quindi scommetto che non lo conoscevi prima. Trovo il video altrettanto notevole.

Se ti piace la canzone, ti raccomando anche Hologram, uscito giusto un mese fa. Altrettanto ipnotico (e ripetitivo), forse anche più di Finja.

Continua a leggere

Semplificare la propria vita, tagliando le news

“Today as always, men fall into two groups: slaves and free men. Whoever does not have two-thirds of his day for himself, is a slave, whatever he may be: a statesman, a businessman, an official, or a scholar.” ― Friedrich Nietzsche

Da affamato di informazione, con la CNN in sottofondo e la consultazione continua di feed RSS, blog e siti di informazione, dal computer, dal telefono, a letto, a tavola, in treno, in attesa, in bagno, mi sono messo a dieta. La dieta è iniziata anni fa. Prima ho tolto la televisione, poi la radio, poi i giornali di carta, poi ho ridotto i feed RSS di blog e siti specializzati seguiti. Ci sono ricaduto più volte: dopo le elezioni, prima del nuovo Governo italiano, in occasione di eventi particolari. Ho ripensato i flussi: newsletter separate dall’email principale, poi in una app, come filtro all’informazione. Poi l’app ha smesso di … Continua a leggere

Lo smartphone e la mancanza di rispetto

La più frequente mancanza di rispetto nelle relazioni personali odierne, al lavoro e con gli amici, è lo smartphone. Simon Sinek illustra in due minuti come sia un segno di mancanza di rispetto anche soltanto tenere lo smartphone sul tavolo o tenerlo in mano quando parli con qualcuno.

Ogni volta che capita a qualcuno di fronte a me, non mancherà di farlo notare. Fallo anche tu.
Continua a leggere

Crescita emozionale, la chiave del 2019

Il 2018 è stato un anno professionalmente poco soddisfacente. Il perchéè ben riassunto nel video che segue: mi sono sentito imbrigliato in attività in cui mi è mancata una crescita emozionale.

Il video spiega bene come una crescita emozionale dell’individuo sia composta di due elementi: connessione e, lo dico in inglese, self-expression.

Connessione: da qualche anno ormai mi sento disconnesso da chi si occupa professionalmente di social media e da chi li usa intensamente sul piano personale. Non mi riconosco nei valori di queste persone, né nelle abitudini.

Self-expression: non mi sono più sentito valorizzato in quel che faccio, nel ripetere sempre le stesse cose, nel non veder applicati correttamente e con convinzione quanto insegnato, nella superficialità del tutto, quasi fine a se stessa, nel promuovere un mondo in cui non mi riconosco più. Non ci può essere entusiasmo in tutto ciò. Se c’è … Continua a leggere