Vai al contenuto

Archivio:

vita

La vita, all’improvviso

Giugno è uno dei miei mesi preferiti. Giornate più lunghe, assaggio dell’estate che comincia, più occasioni di vivere all’aria aperta, caldo ma non caldissimo (non più, ormai).

Il giugno che finisce oggi è stato speciale a modo suo. Ho visto pochi film, complici i cinema chiusi fino a pochi giorni fa, ho dedicato poco tempo alla lettura, molte delle mie attività della mia routine del mattino sono saltate. Eppure è stato un mese fantastico. Ho provato emozioni che non provavo da mesi, complice il lockdown. Ho fatto nuove esperienze. Ho acquisito maggiore consapevolezza rispetto a una parte della mia sfera privata. Ho frequentato persone nuove e questo è un arricchimento in se, sempre. Superato il periodo di limitazione alla mobilità, ho ripreso una vita sociale ricca e appagante, sotto vari punti di vista. Ottima cosa.… Continua a leggere

Essere un unicum indivisibile, orgoglioso e irripetibile

Sappiamo che anche se battessimo il record mondiale di velocità di lettura il numero di libri che leggeremmo resterebbe comunque una frazione minuscola di quelli esistenti. Siamo sommersi da libri proprio come siamo sommersi da programmi televisivi. Eppure possiamo leggere un solo libro e guardare un solo programma per volta. Abbiamo moltiplicato tutto, ma siamo ancora individui. Ciascuno di noi è una sola persona ed è più piccolo di Internet. Per goderci la vita forse dovremmo smettere di pensare a quello che non riusciremo mai a leggere, guardare, dire e fare, e iniziare a pensare a come goderci il mondo all’interno dei nostri limiti. A come vivere in una dimensione umana. Forse dovremmo concentrarci sulle poche cose che possiamo fare, invece che sui milioni di cose che non possiamo fare. Dovremmo smettere di desiderare vite parallele. Dovremmo trovare una matematica più piccola. Essere un unicum indivisibile, orgoglioso e irripetibile.

Matt
Continua a leggere

La vita è breve, è il momento di agire, adesso

Sono tornato su suolo patrio da una settimana ormai, dopo otto settimane in giro per il Sud Est Asia e mi trovo un post di Paul Graham che mi fa star bene:

If life is short, we should expect its shortness to take us by surprise. And that is just what tends to happen. You take things for granted, and then they’re gone. You think you can always write that book, or climb that mountain, or whatever, and then you realize the window has closed.

Mi fa star bene perchémi conferma di essere sulla giusta strada, ovvero quella di seguire le passioni, almeno fino a quando sarà nelle condizioni di seguirle. Viaggiare è una delle mie passioni ed è tornata a essere una delle mie priorità negli ultimi due anni.

Tra le persone amiche e i conoscenti dell’ambiente di lavoro, la reazione è quasi sempre la stessa: beato te! … Continua a leggere

Lavati le mani!

Ancora oggi tendiamo a sminuire il semplice atto di lavarci le mani, mentre faremmo meglio a considerarlo una delle maggiori priorità della giornata. Con questo gesto ci si espone meno ai germi, che sono fonti di malattie, e si evita di diffonderli ad altri.

Tratto da: Come allungarsi la vitaContinua a leggere

Un nuovo bivio, nuove opportunità da cogliere

Questo luglio è stato di un dinamismo unico. Neanche da confrontare con il 2008 quando, a onor del vero, metà del mese se ne andà in una piacevolissima vacanza in Grecia. Sarà la crisi che ha messo in moto nuove energie? Sarà la fame di lavoro e le entrate in calo che fanno rinviare ferie e trattengono in ufficio? Non so dare una risposta, se non per me.

A due anni dall’avvio della libera professione è proprio questo mese a portarmi di fronte ad un nuovo bivio, uno di quelli che segnano o possono segnare un cambiamento non da poco. E’ così infatti che mi sono arrivate due offerte importanti, che possono segnare anche un cambio di passo. Dalla vita di freelance indipendente, con i vantaggi e i limiti che ciòcomporta, mi trovo ora a valutare l’inserimento o l’associazione con entità più grandi, nelle quali assumere un ruolo nuovo, con … Continua a leggere