Vai al contenuto

Archivio:

Novembre 2018

Il 2019 comincia oggi

Ci sono decisioni che fluttuano nel pensiero per mesi. Un giorno poi è programmato un incontro, di per séquasi routine, e improvissamente si accende la lampadina. La decisione matura senza più ostacoli a frapporsi. Questo è ciòche mi è successo tra ieri pomeriggio e questa mattina. Ho capito, finalmente, che ègiunto il momento di chiudere un capitolo (in realtà almeno due, se non tre), voltare pagina ed essere pronti a scriverne uno nuovo.

Dal momento che le decisioni convolgono altri soggetti e che alcuni effetti matureranno con il nuovo anno, non sono ancora nella libertà di renderle pubbliche a tutti gli effetti. Al di là delle ricadute in termini economici, in questo post mi piace soffermarmi sull’aspetto relativo al tempo e all’orizzonte. Negli ultimi anni mi sono adagiato su alcune rendite di posizione, che mi hanno garantito di galleggiare senza gran fatica. In un’ottica evolutiva, ho finito per rallentare Continua a leggere

Internet non è sempre la soluzione

–E tu vorresti sapere qualcosa su di lui, vero?

–Al momento per me quell’uomo è un mistero. L’ho incontrato solo una volta, ma non riesco a capire che genere di persona sia. In quanto pittore, prima di iniziare un ritratto, ho bisogno di sapere sempre qualcosa, anche poco, pochissimo, sulla persona che fa da modello.

–Be’, puoi chiedere a lui. –L’ho fatto, ma non mi dà risposte sincere, –dissi.

–Mi racconta solo quello che gli conviene.

–Posso cercare informazioni io per te, se vuoi.

–Hai modo di farlo?

–Forse ho un’idea.

–Su Internet non ho trovato nulla.

–Internet nella giungla non funziona bene, –disse lei. –Nella giungla ci sono altre reti di comunicazione. Ad esempio il tam-tam. O attaccare un messaggio al collo di una scimmia.

–Non saprei, non conosco bene la giungla.

–Quando gli strumenti della civiltà non funzionano, suonare il tamburo o servirsi di una scimmia sono cose

Continua a leggere