Vai al contenuto

Archivio:

Dicembre 2010

Un viaggio lungo un anno

Certo che anche quest’anno ne ho fatta di strada. Guardando l’agenda del 2010 è impressionante notare il numero delle città e dei paesi toccati. Da gennaio ad oggi, ho dormito almeno una notte a: Phuket, Phi Phi Island, Koh Lanta, Bangkok, Hamman, Milano, Monaco, Cagliari, Catania, Perugia, Londra, Firenze, Roma, Terni, Stintino, Lefkada, Agde, Montreal, Toronto, Modena, Amsterdam, Ravenna, Francoforte, Bolzano, Padova, Bari e Parigi. I paesi toccati sono stati: Thailandia, Giordania, Germania, Regno Unito, Grecia, Francia, Canada, Olanda. Non dico quante settimane sono stati fuori per piacere per non attirarmi maledizioni, ma non sono state poche, lo so.

La macchina organizzativa per la prima parte del 2011 si è avviata, seppur in ritardo rispetto alle abitudini: l’intervento alle tonsille mi ha distratto per diverse settimane, ma ora posso parlarne al passato e questo è ciòche conta. La fantasia non ha limiti, ma opzioni concrete al vaglio, al momento, citando … Continua a leggere

Wikileaks, tigre di carta stampata

Lunedì della scorsa settimana ho avuto il piacere di scrivere un articolo su Wikileaks, finito niente di meno che sulla prima pagina del Secolo XIX, il giornale di Genova. Il PDF e il testo dell’articolo sono a seguire.… Continua a leggere

Le puttane che si limitano a farti sapere il prezzo mi hanno sempre gratificato di più

No, non sono impazzito. Il titolo è un brano tratto da Il cosmo di Agnetha, libro/e-book che ho avuto il piacere di leggere grazie a The Review Engine, Las Vegas Edizioni e Bookrepublic.it (vedi disclaimer al termine).

A frequentare un cinema porno si diventa saggi, nel senso che, esattamente come i saggi, la si smette di cercare a tutti i costi delle risposte alle domande.

Il cosmo di Agnetha è un romanzo italiano scritto da Daniele Vecchiotti. Si raccontano le disavventure di Daniele, scrittore di racconti e romanzi rosa un tanto al chilo, passato per caso alla scrittura di un romanzo gay. Daniele viene rapidamente coinvolto nelle vicissitudini di un microcosmo di personaggi omosessuali per ragioni prettamente professionali. Si professa infatti eterosessuale, dipendente dal sesso a pagamento, unico modo con cui si relaziona con il genere femminile.… Continua a leggere