Vai al contenuto

La settimana 6/2022

Scritto da:

Luca Conti

Nuovo computer, di cui sono soddisfattissimo, questa settimana. Mi ha portato via molto tempo, sia venerdì, sia sabato, per la messa a punto, il trasferimento di file dal vecchio computer, l’aggiornamento a Windows 11 e l’installazione di tutto il resto: VLC, Dropbox, Irfanview, Calibre, Zoom, Telegram, Iridium browser, Firefox, Roam Research, qBittorrent, NextDNS, Adobe Digital Edition, Scapple, SumatraPDF e forse qualcos’altro.

Lunedì c’è stato anche il passaggio, indolore, tra TIM e Fastweb. La velocità media è raddoppiata e lo noto in particolare nel download. L’accoppiata fibra e scheda grafica che supporta i 4K mi dice che aumenterà rapidamente il numero di contenuti in 4K che vedrò sul piccolo (55′!) casalingo. Sto anche pensando di aggiornare il monitor associato al computer per sfruttare al meglio i 4K (27-32′) o con un monitor curvo (34′). Se hai qualche consiglio, è benvenuto.

La concentrazione non è stata ai miei massimi, ma tutto considerato sono soddisfatto dei risultati raggiunti. Ho letto e studiato poco, ho lavorato il giusto, procrastinato molto altro. Sono indulgente con me stesso. La prossima settimana andrà meglio.

Vita sociale

Due colazioni con due amiche e cinema con una terza. Più due conversazioni online, una con Manchester e una con un’amica con cui collaboro. Più varie attività con i miei. Altra settimana positiva.

Amici incontrati (online): 5 (2).

Vita intellettuale

Settimana povera di film, anche se tutti al cinema. La sera mi sono dedicato ad altro o sono andato a letto presto. Due film, di paesi già visti purtroppo, ma al cinema non si comanda. Piccolo corpo (Italia) e Assassinio sul Nilo (USA). Entrambi sconsigliati: il primo è acerbo, il secondo troppo patinato per i miei gusti.

Film visti: 2

Totale film da inizio anno: 32

Lettura molto impegnata, complici audiolibri brevi, divorati, complice anche un viaggio in auto. Ho terminato Atti di sottomissione, opera prima irlandese: non sempre facili in termini di empatia verso la protagonista, ma apprezzabile sotto vari punti di vista. Il resto è audio:

  • Il maestro e Margherita, che non ho per niente amato;
  • La Tigre, poco più che un racconto breve;
  • Appunti sul dolore, qualche spunto sul lutto ma non molto;
  • Come vivere 24 ore al giorno, del 1910 ma attualissimo;
  • Finché il caffè è caldo, abbandonato al 22% per inedia;
  • La fattoria degli animali, letto da Neri Marcoré: spassoso;
  • Blu quasi trasparente, tra i 1001 libri da leggere prima di morire: difficile, ma apprezzabile nel contesto in cui è stato scritto e pubblicato;
  • Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, è la sorpresa della settimana: l’ho adorato;
  • Cosmetica del nemico, brillante e coinvolgente;

Libri letti: 10

Libri (nuovi) in lettura: 2

Totale da inizio anno: 32

Formazione: ho dedicato poca attenzione a Roam in Context e a My Lifebook. L’esperimento di pianificare 30 minuti di formazione di prima mattina è da rodare. Questa settimana non sono stato costante, perché se la mia routine del mattino è ristretta per qualche motivo, poi è questo spazio che salta. Comunque sono andato avanti e questo è ciò che conta.

Ho dedicato qualche spazio agli appunti, ma meno di quanto avrei voluto. Di positivo c’è che posso usare Roam Research con maggiore efficienza e quindi recuperare informazioni è più veloce. Questa riduzione della frizione mi spinge a usare lo strumento con più facilità. Sono ottimista.

Salute

Stato psicofisico a un ottimo livello. Questa settimana, complici alcuni impegni serali, ho forse dormito leggermente meno del solito e ho cenato più tardi del solito in un paio di occasioni, ma mi sono tenuto a ottimi livelli per tutte le abitudini che mi fanno star bene. Un mal di testa passeggero, in mezzo alla settimana, e niente altro da segnalare.

Lavoro

Settimana abbastanza ordinaria. Faccio più fatica a tenere un buon ritmo quando non sono riuscito a pianificare la settimana con attenzione e temo anche la prossima settimana subirà questo handicap, visto che sono le 21:25 in questo momento. Ho registrato la seconda puntata del podcast di Saper Imparare, ho un nuovo ingresso, anzi due a pensarci bene e un altro attende un cambio piano (scusa, Filippo!).

Side job più movimentato questa settimana, superiore alla media delle prime settimane dell’anno. Che sia l’inizio di una nuova fase dell’anno? Vedremo questa settimana.

Non posso dire che il lavoro sia stato in cima ai miei pensieri questa settimana e va bene così.

Finanza personale & Ricavi

Ho finalmente cominciato a fare ricerche per i miei investimenti. Ho capito che ho bisogno di molto più tempo per riprenderne le redini. Il mio obiettivo era di cominciare l’anno con un’altra spinta, ma devo prendere atto che siamo a metà febbraio e non sono dove vorrei essere già. Urge mettere in pausa altre attività ordinarie meno importanti per il lungo termine e recuperare attenzione ed energia, oltre che tempo. Non so se sarà la prossima, ma certo rimane un obiettivo prioritario da raggiungere nel più breve tempo possibile. Qualcosa mi dice che la prossima settimana sarà quella giusta per cambiare ritmo.


Obiettivi della settimana 6/22: Primo obiettivo parzialmente raggiunto. Gli altri due al palo.

3 obiettivi per la settimana 7/22:

  1. Dedicare almeno un’ora per riprendere la gestione dei miei investimenti
  2. Scrivere almeno un post sul sito pubblico di Saper Imparare
  3. Scrivere la prima newsletter di Imparare in pubblico dell’anno

Perseverare.

Articolo precedente

L'alba di un nuovo giorno

Articolo successivo

La condotta sessuale di MLK, spiato dall'FBI

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.