Il tempo, la risorsa più preziosa

La risorsa tempo, spesso non ce ne rendiamo conto, è la risorsa più preziosa che abbiamo. Procrastiniamo, ci perdiamo in piccole cose, la impieghiamo in modi futili, senza considerare che quel tempo non tornerà più.

Non ne faccio una questione di giovinezza e vecchiaia. La questione è che la vecchiaia (e la pensione) non è detto che arrivi. Non lo scopro oggi, anzi. Da qualche tempo a questa parte ne ho fatto la mia filosofia di vita. Pur nelle difficoltà della vita quotidiana e degli impegni professionali, cerco di cogliere ogni occasione che si presenta, senza rimandare ad un domani che non è scontato arrivi.

Nonostante questo non è facile accettare la notizia di un caro amico, il cui destino sembra segnato. Non voglio scendere nei particolari, ma non riesco a capacitarmi di come un bravo ragazzo (sul serio), classe ’83, stia oggi lottando con un brutto cancro. Non se l’è andata a cercare. Semplicemente è successo. Sgomento, incredulità, impotenza e poi?

La mia risposta è: dai il giusto valore alle cose. Non dare importanza a quelle futili, non arrabbiarsi per ciò che non lo merita. Usa il tempo a tua disposizione per piccole o grandi cose che lo meritano: ognuno ha la sua scala di priorità.

“Del doman non v’è certezza” è una grande verità.

5 risposte a “Il tempo, la risorsa più preziosa”

  1. Per usare al meglio la risorsa tempo (senza conoscere quanta ne ho disponibile)non mi soffermo sulle piccole cose: arrabbiature, rughe, vacanze; sono concentrata sulle GRANDI QUESTIONI e do un senso al mio fortunato destino di esistere! Ciao

  2. In bocca al lupo per questo amico, certe malattie è vero che non sono ancora curabili, però è anche vero che le terapie hanno allungato (e migliorato) di molto il periodo e le condizioni di vita di chi affronta questa “avventura”.
    Ciao,
    Emanuele

  3. Condivido tutto quello che dici, Luca. Sulla gestione del tempo mi tornano sempre in mente le parole di Randy Pausch “Il tempo e’ l’unica risorsa che conta” – esordisce Randy – “ci focalizziamo molto sul gestire i nostri soldi, ma non facciamo lo stesso con il nostro tempo”. Quindi, come primo passo “iniziate a pensare al tempo come se fossero i vostri soldi e realizzare che non va sprecato”. E per capire che il tempo e’ piu’ importante riflettete sul fatto che “mentre sui soldi si puo’ sempre recuperare, magari guadagnando fra qualche anno quello che non si guadagna ora, con il tempo non si puo’ fare: fra qualche anno, non potremo riavere indietro il tempo sprecato ora”. Tutti diciamo che abbiamo troppe cose da fare: e’ un problema “sistemico” e quindi richiede una soluzione “sistemica” che i punti successivi cercano di delineare.” (da http://lucachittaro.nova100.ilsole24ore.com/2008/02/la-nuova-lezion.html). In bocca al lupo per il tuo amico.

    1. Matteo, con qualche accortezza, tagliando cose che non meritano attenzione, anche una giornata di 24 ore può bastare 🙂 E’ questa la sfida.

I commenti sono chiusi.