Oggi un consiglio di lettura: Il cartello, di Don Winslow. Se vuoi capire come ha funzionato e come funziona la guerra alla droga tra Messico e Stati Uniti, questo romanzo è meglio di un saggio.

Sa intrattenere e riflettere

Ha sentito dire che la vita è un fiume, in cui il passato scorre verso valle. Non è cosí. Il passato scorre nelle tue vene. Non puoi liberarti dal tuo passato cosí come non puoi strapparti il cuore.

Spiega il tutto con arguzia e intelligenza

La cosiddetta Guerra alla Droga è una porta girevole. Elimini un tizio e subito un altro occupa la sedia rimasta libera a capotavola. Le cose non cambieranno mai, finché esisterà questo insaziabile appetito per le droghe. Che ha origine lí, dalla loro parte del confine.

Non manca di far sorridere e oltre

Sua moglie Chele è un po’ meno vistosa, in un vestito di lustrini argentati e tacchi alti, i capelli neri raccolti in cima alla testa. Si è fatta un po’ piú larga di fianchi, osserva Adán, ma è sempre una berraca, una bella manza. E tiene testa al marito. Chele dice quello che le passa per la mente, per esempio le sue opinioni sulle numerose segunderas di Diego, che approva: «Meglio loro che io. Dios mío, avrei una chocha piú larga di uno dei suoi tunnel».