Vai al contenuto

Cose che succedono la notte e Tempi eccitanti

Scritto da:

Luca Conti

Leggere narrativa può essere fonte di grande soddisfazione. Non è la prima volta che lo scrivo. Ultimi due esempi.

Cose che succedono la notte

Peter Cameron è uno dei miei autori preferiti e questo è il suo ultimo libro. Letto a scatola chiusa, senza neanche sapere la trama, mi ha un po’ spiazzato.

Rientra nel genere di libri che ti proiettano in un mondo completamente diverso dal tuo, per non dire simbolico e surreale, od onirico. Vale la pena ogni tanto confrontarsi con questo genere di libri, che di solito non amo, per uscire dalla propria zona di comfort. La scrittura è sempre piacevole, anche quando ciò che viene descritto sembra avere poco senso. Il fatto che sia non sia eccessivamente lungo gioca a suo favore.

Cose che succedono la notte: una recensione.

Tempi eccitanti

L’avevo visto segnalato nel mondo anglosassone nei mesi scorsi ed è stato un piacere riscoprirlo quando un amico lo ha proposto per il gruppo di lettura dei miei amici più stretti. Una piacevole sorpresa perché l’autrice irlandese descrive sentimenti, relazioni, dialoghi con uno stile asciutto, quasi asettico. In questo caso è scattato il meccanismo di identificazione con situazioni e dialoghi raccontati nella storia. È curioso e divertente quando leggi un libro e ti ci vedi in qualche modo specchiato. Come se avessi vissuto una situazione che qualcuno ha voluto riprendere in un libro. A dimostrazione che ci sentiamo unici, ma in realtà ricalchiamo, senza rendercene conto, archetipi di comportamento quasi classici. Peccato che lo abbia pubblicato una piccola casa editrice che non lo ha neanche proposto in formato digitale.

Leggere in definitiva aiuta a vivere meglio. Leggere narrativa aiuta ad ampliare gli orizzonti, oltre a permetterci di vivere il quotidiano in maniera diversa, viaggiando in mondi paralleli o rivivendo esperienze che abbiamo già vissuto. Per questo non capisco chi non ama leggere, chi preferisce guardare serie tv o scorrere il flusso infinito delle piattaforme social. Leggere un buon libro o un libro sfidante è tutto un altro vivere. Peccato per chi non lo ha ancora capito.

Tempi eccitanti: una recensione

La recensione di Internazionale per Tempi eccitanti, dall’Irish Independent.

Articolo precedente

Simulmatics: L'influenza politica degli algoritmi 50 anni fa

Articolo successivo

Una nuova casa per Lucaconti.it (e Pandemia.info)

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.