District 9, Nightbook, Declaration of Dependence

La colonna sonora delle mie giornate, nelle ultime settimane, è pienamente rappresentativa dei miei gusti musicali.

District 9

La colonna sonora dell’omonimo film è la vera sorpresa dell’anno. Una fantastica orchestra suona le musiche scritte da un compositore abituato a scrivere per i videogames, ma il risultato non è per nulla leggero. Peccato che lo score sia soltanto vicino alla mezz’ora. In ogni modo è molto godibile, soprattutto il brano con il tema del film.

Nightbook

Attesissimo, il nuovo lavoro di Ludovico Einaudi è finalmente arrivato con l’autunno. Nightbook, Eros e Lady Labyrinth sono i miei brani preferiti, su toni completamente diversi rispetto a Divenire. Un assaggio era venuto dal concerto di Catania al quale ho avuto il piacere di partecipare ad agosto.

Declaration of Dependence

Anche i Kings of Convenience mancavano da diversi anni e il loro ritorno è veramente gradito. Chitarre soavi, ideali per coccolarsi in ogni momento della giornata. 24-25, Me in You e Boat Behind sono i miei preferiti. Sono certo che sarà difficile stancarsene.