Vai al contenuto

Archivio dell'autore:

Luca Conti

-65 In continuo divenire

“Lasciate che la gente abbia le proprie opinioni. Anzi, ancora meglio: che si innamori delle proprie opinioni, come io e voi siamo innamorati delle nostre. Ma non ingannatevi pensando di aver bisogno della benedizione di qualcuno (o della sua comprensione) per portare avanti il vostro lavoro creativo. Ricordate sempre che il giudizio degli altri non vi riguarda.”

Elizabeth Gilbert, Big Magic

Avevo cominciato a scrivere questo post selezionando una citazione e poi la vita ha preso il sopravvento, come ogni tanto succede. Soprattutto per le giornate non totalmente pianificate. A conferma che è sempre bene lasciare in ogni giornata delle ore in cui lasciare che la giornata si sviluppi, con cose da fare che non hanno una scadenza immediata. Oggi è andata così.

Dalle 10 alle 20, quasi, sono andato col pilota automatico. Non perché avessi pianificato tutto, anzi, quasi il contrario. Ormai sono abituato, quando si tratta di prendere … Continua a leggere

-66 Occhiali nuovi, vita nuova

Avrebbe trascorso la serata da sola; e qualche volta, quando si organizzava bene, si accorgeva che restare sola non le dispiaceva affatto. Prima si vestiva comoda e si metteva a cucinare l’occorrente per la sua cena leggera, poi si preparava da bere – mai più di due bicchieri – e guardava il notiziario serale della CBS. Infine, dopo aver mangiato e lavato i piatti, si sedeva in poltrona o si sdraiava sul divano a leggere un libro, e le ore passavano senza che se ne rendesse conto finché non veniva l’ora di andare a letto.

Richard Yates, Easter Parade

Se c’è un servizio per abbonamento che ho attivato quest’anno e di cui sono entusiasta è proprio Readwise. Le citazioni che utilizzo su questo blog e altrove provengono da libri che ho letto e sottolineato col mio ebook reader. Importato tutto su Readwise, ogni giorno il servizio me ne propone … Continua a leggere

-67 Imparare dal non pianificato

“Imagine if we went through life learning only what we planned to learn or being explicitly taught. I doubt we would have even learned to speak. Each added bit of information, filtered only by our interest, is a contribution to our future understanding, thinking and writing. And the best ideas are usually the ones we haven’t anticipated anyway.”

Sönke Ahrens, How to Take Smart Notes

Se c’è una cosa che mi manca di questa vita molto casalinga e senza viaggi è forse proprio imparare dall’imprevisto. Sì, ho sempre la possibilità di imbattermi in film che non conoscevo o di libri scoperti casualmente, cosa che continua a succedere, ma non ho più la variabile casuale degli eventi di networking, né dei viaggi all’estero immerso in una cultura che non è la mia. A un certo punto del 2022 credo mi troverò di nuovo di fronte al dilemma se interrompere il mio … Continua a leggere

-72 Organizzare la settimana dal giovedì al mercoledì

Le uscite cinematografiche dall’autunno alla primavera sono così ricche e interessanti che ormai organizzo la mia settimana non dal lunedì alla domenica, ma dal giovedì al mercoledì. Il mercoledì sera esce la programmazione del mio cinema preferito* e in base a quella organizzo le mie serate, il fine settimana e altri appuntamenti sociali. Cerco di vedere tutto quello che merita, in termini di area geografica – il cinema fa parte del circuito Europa Cinemas, quindi la programmazione comprende film europei e a coproduzione europea, ed è anche una sala FICE, che significa tanti film premiati ai festival come Venezia, Berlino, Cannes – e non solo.

Questa settimana avrò il piacere di vedere due film italiani, Ariaferma e A Chiara, più la versione in lingua originale di Dune. Altri due film in programmazione, Marylin ha gli occhi neri e I’m your man, li ho già visti lo scorso fine settimana. La … Continua a leggere

-77 La pace della mattina in un sabato lussuoso

È sabato. Sono le 7:22 e c’è una pace che non ti dico. Sento in questo momento passare un treno a lunga percorrenza e vedo dalla finestra il far giorno, con un po’ di vento. Qualche nuvola all’orizzonte, ma il cielo è in gran parte sereno. Un’altra giornata è appena cominciata e oggi mi sento particolarmente rilassato. Avrei una ragione per non esserlo – il vicino, che fa il turno di notte, si è dimenticato una sveglia attiva che ha suonato dalle 6:00 fino a quando non è tornato, circa mezz’ora dopo – ma l’essere andato a letto alle 22 e aver fatto una bella dormita mi permette di considerare quella sveglia una piccola distrazione e niente di più.

L’agenda di oggi non ha impegni particolare, se non andare a fare spesa per il fresco e la visione di un film al cinema, nel tardo pomeriggio. Per il resto … Continua a leggere