Vai al contenuto

Diario minimo /11 – Bulimia digitale e antidoti

Scritto da:

Luca Conti

Il digitale è una manna per il minimalismo, ma senza esagerare. Poter disporre di e-book al posto dei libri, di file mp3 al posto dei cd e di file video al posto di DVD o videocassette è l’ideale per risparmiare spazio e denaro. Nel 2011 credo di aver comprato un solo libro di carta e nessun CD o DVD. Dove sta il problema?

Il problema nasce quando ti metti a scaricare senza controllo – tanto ègratis o costa pochi euro – e-book, presentazioni, report, documenti, offerte di e-book gratis, promozioni a tempo, le vecchie puntate di quella serie tv che ti eri perso o quel film d’annata che non avevi ancora visto. Scarica, scarica, scarica e ti ritrovi decine, se non centinaia di file che non sai più che cosa realmente hai scaricato, oppure ti ritrovi i dischi pieni di cose che non leggerai mai o non vedrai mai, semplicemente perchéil tempo è quello che è, anche per chi ama il cinema o legge a più non posso.

Una volta fatto ordine è bene applicare alcune regole di buon senso, per far sì che il tempo dedicato a leggere o passato davanti alla televisione sia sempre tempo ben speso. Per i video la prima regola è: archivia solo i capolavori e cancella il resto. Per quanto lo spazio dei dischi esterni costi pochissimo, perchétenere archiviate ore e ore di film o di serie tv che non riguarderai mai più? Meglio evitare di girare a disco pieno o, peggio ancora, di dover comprarne un altro. Per gli e-book il problema si pone meno e per ora niente cancellazione di libri letti.

Seconda regola è darsi delle priorità. In meno di un anno sono arrivato a trasferire sul mio Kindle quasi 1200 diversi documenti, di cui solo un centinaio letti e non cancellati. Come districarsi tra gli oltre 1000 libri non letti? E’ veramente necessario girare con 1000 libri nel lettore e-book, soltanto perchéli può contenere? La risposta che mi sono dato è no, pur avendo letto come un pazzo nel 2011, *soltanto* 160 libri, di cui circa l’80% in formato e-book. Con lo stesso ritmo mi ci vorranno 7-8 anni per leggere tutti gli altri e-book che avevo nel lettore, senza pensare a quelli di nuova pubblicazione e a quelli già ordinato nella libreria di Calibre sul pc, per un totale cumulativo di 3500 e-book.

Ho quindi deciso di scorrere la lista, cancellare tutti gli e-book che non mi ispiravano una lettura immediata e così sono sceso a circa 140 e-book sul mio Kindle. Per essere onesto con me stesso non dovrei trasferire più nessun nuovo e-book e non dovrei più comprarne/scaricarne online per tutto il 2012. Possibile? Ovvio che no, visti nuovi titoli in arrivo, ma bisogna darci un taglio. Stop al download di romanzi in lingua inglese e stop al trasferimento di altri file sul Kindle, almeno fino a che non avrà letto una buona parte di quelli già caricati.

Dagli oltre 1000 documenti accatastati nella cartella documenti del PC, sono riusciti a ridurre duplicati, dividere documenti nella cartella lavoro e inserire/eliminare duplicati di e-book già nella mia libreria, scendendo a 300 circa. Nessun nuovo download senza che il file venga subito archiviato nella corretta posizione!

Nel mio pc risiedono circa 20 film. Nel mio hard disk esterno principale è probabile ce ne siano un altro centinaio. Per il 2012 l’obiettivo è aggredire l’archivio ed eliminare film non di primo piano che probabilmente non vorrà vedere neanche tra qualche anno. Con un festival del cinema casalingo ogni tanto èfacile che l’arretrato si riesca a smaltire entro l’anno, ma la sfida è dare la priorità ai film più meritevoli, per attaccare seriamente la Top 250 di IMDB, dove risiedono i film più apprezzati nella storia del cinema. Stop ai film con una critica su Metacritic.com inferiore a 50/100 e sì a nuovi titoli indipendenti, soprattutto se non riuscirò, a differenza degli ultimi due anni, a partecipare ad alcun film festival.

Per la televisione vale una regola aggiuntiva. Niente nuove serie che non abbiano all’attivo almeno una stagione e con un’ottima critica. Avanti solo per le serie già in corso, come Dexter, True Blood, Damages, Desperate Housewives (giunta all’ultima stagione).

La parola d’ordine per il 2012 è priorità, seguita da qualità e ordine.

Articolo precedente

Visita al MAXXI, l'arte che non ti aspetti

Articolo successivo

Meno Face-book, meno Twitter, più blog

Partecipa alla discussione

  1. Mi hai letto nel pensiero. Non ho la cineteca sconfinata che hai tu, e se è per quello nemmeno a mp3 sono messa così male (la diciassettenne che ero rabbrividirebbe a sapere quanta poca musica acquisto oggi – vivo di rendita sulla classica acquistata negli anni passati…), ma gli ebook… sigh. Avrebbero dovuto creare un sistema più facile di eliminazione dei doppioni e dei sample dal kindle, perché mi scappa la voglia di fare ordine, all’idea di doverlo collegare al pc per fare pulizia. Ma lo devo fare, altrimenti sono nei guai.
    Buon 2012 minimalista a te 🙂

Commenti disabilitati.